Sentieri Tolkieniani,
una festa che crescerà

«Dite amici ed entrate». Sembra questa la frase migliore per commentare l’accoglienza a Sentieri Tolkieniani 2018, che si è tenuta nel castello di Osasco il 2 e 3 giugno. Sì, perché tutta l’organizzazione ha accolto letteralmente a braccia aperte la piccola delegazione dell’Associazione Italiana Studi Tolkieniani, giunta da oltre 700 km di distanza per l’occasione. E la premura verso i soci si è vista nelle piccole cose, nelle continue attenzioni, nelle continue offerte di aiuto, nei regali e nei saluti finali. Insomma, ci siamo sentiti coccolati in quella che è una vera e propria festa tolkieniana, una «vera» Oxonmoot, di quelle che nel si vedevano dai tempi di Bassano del Grappa nel 2008 (con la parentesi delle manifestazioni tenute a Barletta). Ringraziamo quindi tutto lo staff di Sentieri Tolkieniani, Quarta Era, Radio Brea e la Compagnia dei Dúnedain (lo Smial tolkieniano di Torino) che ci hanno fatto sentire a come a casa nostra.

«La migliore edizione di sempre»

Cosa bellissima ed emozionante la conclusione della manifestazione, con il momento di commiato in cui il presidente di Sentieri Tolkieniani, Andrea Giliberto, ha riunito tutte le associazioni e i gruppi che hanno animato la due giorni di questo «Festival Fantasy e Medievale», in cui però Tolkien è il centro e il motore di tutte le attività. E proprio Giliberto, dando l’annuncio dei numeri record di quest’anno, ha rimarcato che «Sentieri Tolkieniani 2018 è la migliore edizione di sempre». E questo è dimostrato dalle tantissime persone sono venute a trovarci al nostro stand, che sono state gran parte delle 2400 persone che hanno attraversato il cancello del castello di Osasco.
Proprio il castello costruito dai signori di Pinerolo nel 1400 è stato la splendida cornice della manifestazione. Nella suggestiva corte dei cascinali, immersi in un grande parco abbellito da numerosi alberi secolari. Il parco si estende sul lato ovest del maniero e vi si accede con un maestoso arco dopo aver camminato in un meraviglioso giardino all’italiana con siepi in bosso. Sono ancora presenti attorno al castello resti di mura e di torrioni.
Ecco, al centro di tutto questo lo staff è riuscito a realizzare una piccola e perfetta Contea, come quella degli Hobbit, con tanto di percorso tematico in tutta la Terra di Mezzo che ha avuto il suo Gandalf nel professor Daniele Ormezzano, ottima guida nei numerosi tour per i visitatori che si sono svolti nei due giorni. Tutti i tour partivano dall’info point (denominato I Porti Grigi), un grande stand che accoglieva il pubblico appena entrato nel giardino. È stato questo uno dei punti nevralgici della manifestazione, luogo cardine per il coordinamento delle attività e punto di raccolta di tutto lo staff, tra cui spiccava l’efficiente Miriam Policastro. Da lì partiva il sentiero di sinistra che, costeggiando tutto il lato del parco, presentava in ordine l’area bambini (Casa Baggins) gestita al meglio dall’Associazione I Birichini, l’enorme area games (Osgiliath) animata ininterrottamente dalle associazioni ludiche La Pentola Del Drago, La Gilda del Grifone, Dimensione Arcana e la community online Sesso Droga e D&D. Qui erano presenti due ospiti d’eccezione, gli autori di giochi Umberto Pignatelli e Francesco Nepitello, che poi la domenica hanno tenuto una tavola rotonda e un workshop. Girando a destra dall’info point, invece, si entrava in un enorme campo erboso con al centro l’area esibizioni (I campi del Pelennor), dove tra gli altri l’artista Eleonora Burzio si è esibita in 5 danze tutte a tema Tolkien, tutte coreografate da lei: “Beren e Luthien”, “Danza di Tauriel con i pugnali-spada” , “L’inganno di Sauron”, “Anìron” e “Io ti penso amore”, quest’ultime due impersonando Elwing (tutte le danze si possono vedere sul profilo FB dell’artista). L’area era circondata dal palco concerti, dall’area ristoro (Il Puledro Impennato) che permetteva al pubblico di riposarsi all’ombra addirittura di Telperion e Laurelin, magici alla sera con le loro luci fredda e calda! A chiudere quel lato c’era l’area conferenze (Granburrone), allestita in maniera magistrale con un gazebo di forma ottagonale che ospitava la postazione di Radio Brea e quella dei relatori, fronteggiata da numerose file di sedie per il pubblico. Proprio qui stazionava tutto il gruppo che fa capo ad Andrea Gilby Giliberto, Silent BobManuel Marras, e in cui si sono alternati tutti i relatori, tra cui spiccavano Paolo Gulisano, Luisa Paglieri, Chiara Nejrotti, Barbara SanguinetiRenzo Caimotto e Matteo Coero Borga. Mentre sull’opposto lato lungo c’eravamo noi con altri stand associativi, il lato più lontano dal castello era dedicato al mercatino tematico (la Fiera di Brea), composto da più di 40 stand, accuratamente selezionati con opere artigianali molto particolari e di ogni tipo, che ha permesso al pubblico di avere un ricordo unico della manifestazione. Chiudeva l’enorme giardino, aldilà di tutto questo, l’area medievale (Breccia di Rohan): è stato il luogo in cui i molti gruppi e associazioni di rievocazione storica hanno allestito i propri campi medievali cimentandosi nella scherma medievale, tiro con l’arco, antichi mestieri, vedendo da vicino rapaci e cavalli grazie ai falconieri e ai cavalieri presenti. Per la prima volta, Sentieri Tolkieniani ha occupato alcune sale del Castello di Osasco per una mostra a tema fantasy-tolkieniano (la Sala del Palantír), il tutto curato dal nostro illustratore Emanuele Manfredi. Eran presenti le opere di ben sei autori, tra cui spiccavano di nomi di Fabio Porfidia e Lucia Simonis.
Tutto questo è stato Sentieri Tolkieniani, cui siamo felici di aver portato il nostro piccolo contributo. Una manifestazione che merita almeno dieci volte il pubblico che vi ha passato i due giorni. Una manifestazione che sicuramente li otterrà!

GUARDA LA FOTOGALLERY
 


 
GUARDA IL VIDEO

Danza ballata e coreografata da Eleonora Burzio

ARTICOLI PRECEDENTI:
– Leggi l’articolo A Osasco i Sentieri Tolkieniani il 2 e 3 giugno
– Leggi l’articolo Maggio tolkieniano: ecco dove trovarci!
– Leggi l’articolo Sentieri Tolkieniani 2017 a Osasco: il programma!
– Leggi l’articolo Sentieri tolkieniani: fan riuniti a Torre Pellice
– Leggi l’articolo Sentieri tolkieniani 2014: i fan riuniti a Pinerolo

LINK ESTERNI:
– Vai all’evento facebook Sentieri Tolkieniani 2018 – Festival Fantasy e Medievale
– Vai al sito dell’associazione Sentieri Tolkieniani
– Vai al sito di Associazione di Rievocazione Tolkieniana “La Quarta Era”
– Vai alla Paolo Gulisano
– Vai alla pagina facebook di Radio Brea
– Ascolta le trasmissioni di Radio Brea
– Vai al sito Doppiatori Italiani
– Vai al sito dell’associazione La Quarta Era
– Vai al profilo FB di Eleonora Burzio




Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.