Come la Warner Bros produsse Il Signore degli Anelli

Titoli del Signore degli Anelli del 1944 (Warner Bros)Ci si è chiesti molte volte cosa sarebbe potuto succedere se J.R.R. Tolkien avesse accettato una delle tante proposte di far diventare il suo capolavoro, Il Signore degli Anelli un film. Bene, in pochi sanno che la Warner Bros produsse una versione cinematografica ben dieci anni prima che il libro fosse pubblicato. La scoperta è stata fatta qualche tempo fa proprio dagli archivi degli studios Usa. Ma andiamo per ordine.

Un successo inaspettato

Copertina dell'edizione inglese dello Hobbit (1937)Lo scrittore inglese pubblicò nel 1937 Lo Hobbit. Il libro uscì per la casa editrice Stanley Unwin nel settembre di quell’anno e a dicembre era già esaurito. Negli Usa, la Houghton Mifflin pubblicò all’inizio del 1938 un’edizione con quattro illustrazioni a colori, che furono poi incorporate nella seconda stampa inglese. Nonostante la scarsità della carta del periodo pre-bellico, la popolarità del libro non rallentò. Seguirono, infatti, altre versioni dell’opera. Il libro ebbe un successo enorme su entrambe le sponde dell’Atlantico, al punto che l’editore londinese chiese al professore subito un seguito. Tolkien si mise a scrivere il suo “nuovo Hobbit” nel dicembre del 1937. Nel gennaio del 1938, l’autore comunicò all’editore di essere giunto già al terzo capitolo. Lo scrittore aveva l’abitudine di scrivere “a ondate”, generando capitoli in serie, ma revisionando sempre i capitoli già scritti in precedenza. Lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale coinvolse direttamente la famiglia Tolkien e sorprese l’opera a tre quarti circa della sua definitiva stesura. Michael, il secondo figlio dello scrittore, si era arruolato volontario nell’estate del 1940, partecipando alla battaglia d’Inghilterra del 1941 in difesa degli aerodromi, dove rimase ferito. Anche il terzo figlio, Christopher, fu chiamato nella Royal Air Force e, dopo un periodo di addestramento, fu trasferito in Sudafrica come pilota. "Dick" - foto di Denise GaminoLe lettere di Tolkien fra il 1940 ed il 1944 sono quasi esclusivamente indirizzate ai figli e in particolar modo a Christopher; Tolkien inviava al figlio il manoscritto del Signore degli Anelli per poi farselo rispedire commentato. Le sue lettere sono ricche di particolari sul libro e sulla sua ambientazione, e i capitoli del libro spediti erano sempre accompagnati da accoratissime lettere attorno agli argomenti più disparati. Al termine della guerra, la stesura del romanzo era quasi giunta al termine, ma sarebbero occorsi ancora dieci anni per la sua pubblicazione nel 1954. Questo è dovuto alla meticolosità di Tolkien nel controllare ogni dettaglio, aggiungere
particolari e soprattutto riscrivere continuamente i vari capitoli. Ma la trama del libro sarebbe potuta diventare un film di Hollywood molto tempo prima.

La guerra di celluloide

"Celluloid soldiers", documentario sulla campagna anti-nazista della Warner BrosNel corso del 1930 molti americani avevano evitato di preoccuparsi degli eventi che annunciavano lo scoppio della guerra in Europa. Lo studio cinematografico Warner Bros fu l’unico a intraprendere una vera e propria crociata per avvertire della crescente minaccia del nazismo. Harry e Jack Warner, ebrei polacchi immigrati negli Usa, rischiarono praticamente la reputazione e la fortuna pur di sensibilizzare l’opinione pubblica Usa sulla minaccia insidiosa del regime di Hitler. Oltre a questo, nella sua autobiografia Jack Warner rivela di essere rimasto molto stato scosso dall’uccisione nel 1936 del responsabile vendite dello studio in Germania, Joe Kaufman, che fu picchiato a morte dalle truppe naziste a Berlino e lasciato morire per strada. In questa campagna anti-nazista, la Warner produsse una ventina di film tra il 1930 e 1940, tra cui il più importante fu il famoso Sergente York. L’uscita nel 1939 di Confessions of a Nazi Spy (“Confessioni di una spia nazista”) causò un incidente diplomatico tra Usa e Germania e le critiche dell’Amministrazione del Presidente Franklin Delano Roosevelt agli studios, con tanto di ammonimento ufficiale «per diffamazione di un “paese amico”». Dallo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, la Warner Bros si impegnò ancor di più a favore di un intervento diretto degli Usa nella guerra. Dopo Pearl Harbour, lo studio si dedicò alla produzione di film di guerra propagandistici, come il celeberrimo Casablanca (1942) di Michael Curtiz, con Humphrey Bogart e Ingrid Bergman. Inoltre, un quarto dei dipendenti dello studio, tra cui lo stesso Jack Warner e suo figlio Jack Junior si arruolarono.

Un incontro illuminante

Fourteenth Air Force fighter commanders 1943Proprio Jack Jr. Warner, durante il suo addestramento come pilota fece l’incontro che poteva cambiare una parte della storia dei film dedicati al Signore degli Anelli. Giunto in Gran Bretagna al seguito dell’Ottavo Corpo Bomber Command (VIII BC) nel febbraio 1942 fu destinato a High Wycombe, nel Buckinghamshire, sede anche del commando della Royal Air Force inglese. Nello stesso luogo giunse, dopo l’addestramento nel campo di Upper Heyford, nello Oxfordshire, Christopher Tolkien. L’amicizia tra i due giovani fu inevitabile, visto l’esperienza militare e gli interessi in comune. Il figlio del professore di Oxford parlò dei tanti progetti del padre e del suo rifiuto di accettare la traduzione in tedesco del suo libro Lo Hobbit, perché la casa editrice aveva chiesto un certificato che attestasse le sue origini ariane e non ebraiche. Jack Jr. raccontò della campagna anti-nazista del padre e dello zio, proprietari della Warner Bros. Insieme lessero la lettera di Tolkien che parlava di «quel dannato piccolo ignorante di Adolf Hitler».

Un capolavoro tra le gangster story

Marlene Dietrich enl ruolo di GaladrielCome detto, proprio in quegli anni, gli studios Usa erano alla constante ricerca di storie contro il nazismo per la loro propaganda bellica. Il manoscritto del Signore degli Anelli era anche nelle mani di Christopher, che lo lesse a Jack. Quest’ultimo scrisse al padre di questo racconto fantastico sulla lotta dei Popoli liberi contro l’Oscuro Signore, della minaccia che giungeva da est, delle schiere indistinte di Orchi che facevano terra bruciata a Mordor. Ne uscì un bel copione per il film. I due fratelli Warner misero in piedi un cast d’eccezione, utilizzando attori sotto contratto come Humphrey Bogart e Peter Lorre. Inizialmente erano stati contattati anche Bette Davis per il ruolo di Arwen ed Errol Flynn per interpretare Aragorn, ma entrambi avevano rifiutato perché impegnati già nelle riprese di altri film a Hollywood. Il cortometraggio fu prodotto nel 1944 e aveva tutti i canoni delle pellicole dell’epoca, una gangster story. Il Signore degli Anelli della Warner Bros, come era d’uso all’epoca, avrebbe dovuto introdurre al cinema il film Hollywood Canteen, con l’attrice Joan Crawford che l’anno dopo avrebbe vinto un Oscar proprio con un film targato WB. Il condizionale è d’obbligo visto che il film con la Crawford uscì senza la programmata introduzione. La pellicola rimase negli archivi dello studio Usa, forse per la mancanza di diritti (Tolkien non era stato consultato), forse per le beghe legali contro attori del calibro di Bette Davis e Olivia de Haviland, che proprio in quel periodo stavano impegnando la casa cinematografica.
Solo quest’anno la versione originale del Signore degli Anelli della Warner Bros è stata portata alla luce dagli archivi e la pellicola restaurata. L'Anello in mano a Peter Lorre (Gollum)La storia risulta molto condensata e un po’ differente (anche qui non c’è Tom Bombadil), ma del resto cosa ci si poteva aspettare da un adattamento cinematografico di Hollywood? A noi sono piaciute la scena dell’entrata a “Moria” e Peter Lorre, perfetto nel ruolo di Gollum… Buona visione!

.

GUARDA IL FILM:
Ecco il Cast, in ordine di apparizione:
Humphrey Bogart come Frodo
Sydney Greenstreet come Gandalf il Grigio
Dooley Wilson come Sam
Bob Steele come il Nazgul
Charles Waldron come Elrond
Godzilla come il Balrog
Marlene Dietrich come Galadriel
Orson Welles come Saruman
Peter Lorre come Gollum
Sydney Greenstreet come Gandalf il Bianco
– Controfigura di Frodo: Joseph Cotten

Se siete giunti fin qui, attenzione: questo è un pesce d’aprile per il 2012!

– Vai
al film su Youtube
– Vai al sito dell’archivio della Warner Bros

.


 


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

3 Comments to “Come la Warner Bros produsse Il Signore degli Anelli

  1. Morrigan ha detto:

    Bellissimo… ahahahahah!

  2. Alessandro ha detto:

    Il signore dei Pesci d’Aprile 😀

  3. Hirilaelin ha detto:

    Con un Saruman interpretato da un istrione come Orson Welles, chiunque passerebbe al lato oscuro!

Trackbacks/Pingbacks

  1. Warner Bros? Un pesce d’aprile anche su Tolkien | Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.