Fan fiction, l’arte di seguire Tolkien

Anke Eissman: "Lotr 6"Prima o poi doveva succedere. Nell’indagine dello smisurato e infinito universo degli appassionati di J.R.R. Tolkien era inevitabile non giungere a uno degli omaggi più diffusi che i milioni di lettori dello scrittore gli hanno fatto in questi anni. Del resto è quasi il più naturale, visto che si parte da un romanzo… Fan fiction o fanfiction (abbreviato comunemente in fanfic, FF o fic) è il termine utilizzato per indicare tutte quelle opere scritte dagli appassionati, prendendo come spunto le storie o i personaggi di un lavoro originale. Le «Tolkien-inspired fiction» sono un tributo eloquente e meritano più rispetto. In un periodo in cui nella narrativa e al cinema va molto di moda re-interpretare le storie di un altro autore (dai fumetti ai supereroi, dalle fiabe ai romanzi ottocenteschi), queste riscritture possono essere sublimi o ridicole, ma nell’immenso mucchio ci sono anche gemme rare. È veramente difficile rendere giustizia non tanto all’universo immaginato da Tolkien, quanto al suo stile e all’atmosfera. È qualcosa che può essere ricreato solo da chi, come il professore, sia talmente permeato dal linguaggio originale delle vere saghe nordiche da «pensare» in quei termini, e allo stesso tempo sia cresciuto abituando l’orecchio tanto alla forbitezza vittoriana e oxoniense, quanto alla solennità aulica. Eppure qualche eccezione c’è. Bisogna solo avere la forza di setacciare il poco grano dalla miriade di crusca presente: in parole povere, niente tematiche «slash» o le love story interspecie tra nani ed elfe! Prima di inoltrarci in questo viaggio in terre così sconosciute è meglio, però, capire bene questo genere così particolare.

Un genere bistrattato

Pietro amanuenseL’Enciclopedia Britannica alla voce fan fiction riporta l’origine di questa produzione alla partecipazione degli spettatori alle produzioni televisive e cinematografiche, basate sul gioco del «What if»: che cosa sarebbe successo se in Star Trek il capitano Kirk non avesse mai incontrato Spock? Alcuni attribuiscono la nascita della prima fan fiction a un periodo precedente, con le opere ispirate a Jane Austen, identificando gran parte dei sequel novecenteschi di Pride and Prejudice, altri addirittura all’epoca medievale, con una storia ispirata a The Canterbury Tales di Geoffrey Chaucer. All’inizio del Novecento si sono diffusi numerosi «racconti apocrifi» su Sherlock Holmes scritti da ammiratori del personaggio, tendenza che è aumentata notevolmente dalla fine del 2000 quando i diritti d’autore sono scaduti. Il fenomeno le fan fiction si è, però, diffuso enormemente in Giappone dove si sono ispirate ai fumetti manga e alle cosiddette anime, i prodotti di animazione per la tv. A partire dagli anni Novanta, con la diffusione di internet, la fan fiction ha assunto il suo aspetto globale attuale.

Racconti tolkieniani

J.R.R. Tolkien leggeFu lo stesso Tolkien a auspicare l’avvento dei “poeti ciclici”. Nel 1951 scriveva a un suo possibile editore: «I cicli dovrebbero essere collegati a un maestoso insieme, e purtuttavia lasciare spazio per altre menti e altre mani». Lo scrittore, però, se da un lato aveva vagheggiato questa idea, doveva poi confrontarsi con la realtà. In almeno due occasioni, lo scrittore ricevette da lettori appassionati la richiesta di autorizzare la pubblicazione di sequel del Signore degli Anelli e in entrambi i casi rifiutò un po’ indignato (lettera 292). Per essere onesti, Tolkien viveva in un’epoca in cui la fanfiction moderna in realtà ancora non esisteva e gli aspiranti scrittori aveva no tutti un interesse commerciale. Lo stesso spirito anima la Tolkien Estate, che ha risposto alle numerose richieste di scrivere fan fiction: «Siete ovviamente liberi di fare quello che volete per il vostro divertimento privato – si legge nelle Faq nel sito ufficiale -, David McDaniel, alias "Ted Johnstone"ma non c’è alcuna possibilità di un eventuale sfruttamento commerciale di questa forma di fan-fiction». Escluso dal campo, naturalmente, lo scopo commerciale, rimangono le opere scritte per diletto. Secondo Sumner Gary Hunnewell, la fan fiction più antica ispirata a un’opera tolkieniana è stata la poesia The Passing of the Elven-kind di Ted Johnstone, pubblicata nel numero 5 della fanzine All Mimsy, nel novembre 1959. Il sito fanfiction.net, uno dei più frequentati dai fan, ospita ogni mese un milione e duecentomila utenti che pubblicano o leggono storie basate su personaggi e trame preesistenti. Tra le fiction tratte da opere letterarie, si trovano anche quelle dedicate a Tolkien. I numeri sono impressionanti: dal Signore degli Anelli sono tratte oltre 52mila fanfiction, dallo Hobbit settemila e dal Silmarillion quattromila. Certo, non è un caso isolato, visto che ben 685mila sono le fafiction tratte da Harry Potter, 216mila da Twilight, 40mila da Hunger Games, cinquemila da George R.R. Martin e persino quattromila dalla Bibbia. In ogni caso, sono un bel po’ di storie per un solo sito web. Se si cerca in rete, si può vedere che ce ne sono altri dedicati solo allo scrittore inglese: tolkienfanfiction.com è frequentato da quasi mezzo milione di lettori entuasiasti. E ci sono almeno un altra dozzina di simili siti web: Lord of the Rings Fanfiction, Henneth Annûn Story Archive, Stories of Arda, Scrivere fanfictionTolkien Fan Fiction, The Barrow-Downs: Middle-earth Fan Fiction e, per i racconti in italiano, efpfanfic.net e fanworld.it. Nei prossimi mesi passeremo in rassegna alcune delle opere più significative di fanfiction. Però, forse, è meglio partire dalla teoria. La riflessione critica sulla fan fiction è infatti, ormai piuttosto nutrita, soprattutto nella produzione accademica e amatoriale degli Stati Uniti. È bene, quindi, partire da qui, dalla teoria:
Fan fiction, il canone e le sue sfide
Se l’ispirazione è Tolkien

LA FAN FICTION:
– Introduzione: Fan fiction, l’arte di seguire Tolkien
– Parte 1: Fan fiction, il canone e le sue sfide
– Parte 2: Se l’ispirazione è Tolkien

ARTICOLI PRECEDENTI:
Se l’ispirazione è Tolkien
L’Ultimo portatore dell’Anello: il contrattacco di Mordor
L’Ultimo portatore dell’Anello: parla l’autore

LINK ESTERNI:
– Vai al sito di efpfanfic.net
– Vai al sito di fanworld.it
– Vai al sito di tolkienfanfiction.com
– Vai al sito di Lord of the Rings Fanfiction
– Vai al sito di Henneth Annûn Story Archive
– Vai al sito di Stories of Arda
– Vai al sito di Tolkien Fan Fiction
– Vai al sito di The Barrow-Downs: Middle-earth Fan Fiction

.


 


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

1 Comment to “Fan fiction, l’arte di seguire Tolkien”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Fan fiction, il canone e le sue sfide « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  2. Fanfiction, ecco le «Appendici» dello Hobbit « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  3. Fan fiction, i retroscena della dimora di Elrond « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.