Una petizione in Brasile per pubblicare la HoME

Tolkien BrasileUna bella campagna che è nata dal basso. Si può sintetizzare così l’iniziativa nata in Brasile da pochissimi giorni. Il Brasile è considerato uno dei paesi con il maggior numero di appassionati dei libri di J.R.R. Tolkien. L’autore inglese è diventato ancor più conosciuto nel Paese dopo l’uscita della trilogia cinematografica dedicata al Signore degli Anelli da Peter Jackson. Con l’uscita dello Hobbit, migliaia di nuovi appassionati brasiliani hanno comprato i libri di Tolkien e si sono interessati per saperne di più. Tuttavia, sono ancora da pubblicare ben 12 volumi con testi inediti sulle storie della Terra di Mezzo, la The History of the Middle-earth (HoME). Accade così in quasi tutto il mondo, a eccezione dei Paesi in lingua spagnola e in Francia, dove sono ancora in corso di pubblicazione. Ma i lettori locali hanno deciso di prendere l’iniziativa.

Un’opera ostica

History of Middle-earth in edizione ingleseLa serie The History of Middle-earth contiene la collezione dei manoscritti di Tolkien ed è stata pubblicata dal figlio Christopher dal 1983 al 1996. È una serie eterogenea che contiene poesie, racconti, storie, bozze incomplete e molti commenti esplicativi di Christopher, nei quali è mostrata la storia compositiva di quelle storie che in seguito sono diventate Il Silmarillion e Il Signore degli Anelli. Oltre alle varie versioni dei racconti, a volte molto diverse da quelle in seguito pubblicate, ci sono le indicazioni utili a ricostruire la storia del testo e il succedersi delle numerose versioni. Elisabetta Sgarbi, direttore editoriale BompianiAlcune storie hanno tre o quattro versioni diverse, di altre ci sono traduzioni in antico inglese; insomma, non si tratta di un’opera leggera. Il costo di una pubblicazione di una serie di 12 volumi, orientata a un pubblico specifico come può essere quello portoghese, richiede per un editore una spesa onerosa e l’incertezza di un ritorno economico, rendendo così molte case editrici diffidenti a fare un investimento per operazioni di questo genere. Proprio per questo, nel corso degli anni ci sono stati diversi casi che hanno impedito o ostacolato le traduzioni in altre lingue. In Italia, la casa editrice Bompiani ha più volte ribadito la “intenzione” di voler pubblicare la History e il direttore editoriale Elisabetta Sgarbi ha fatto sapere ultimamente di essere «in trattativa con gli aventi diritto» (tutti i dettagli si possono leggere qui).

La petizione brasiliana

Casa editrice brasiliana Martins FontesMartins Fontes è l’editore ufficiale dei libri di Tolkien in Brasile ed è considerato una delle più grandi case editrici del Paese. Il 18 luglio 2013, la Società Tolkieniana Brasiliana ha iniziato una campagna in internet per chiedere
all’editore di pubblicare la The History of Middle-earth in Brasile. È stata lanciata una petizione pubblica sul sito www.avaaz.org (si può partecipare firmando qui), che si rivolge alla casa editrice Martins Fontes. L’idea è quella di concludere la raccolta di firme in tempo per l’anteprima nel Paese del secondo film dello Hobbit (il 13 dicembre 2013). Servono un certo numero di firme necessarie, ma un documento ufficiale sarà inviato all’editore, comunque, entro tale termine. petizioneIn questi dieci giorni di campagna sono state raccolte quasi 5.000 firme da diverse persone in tutto il Brasile e all’estero. Questa iniziativa ha il sostegno di diverse comunità e gruppi locali di appassionati di Tolkien. Lo scorso anno, la casa editrice Martins Fontes Wmf finito pubblicare tutti i principali libri di Tolkien che ancora non erano stati tradotti in portoghese. L’editore ha già annunciato che si sta lavorando alla traduzione de The Fall of Arthur e la ristampa del libro “Sulle fiabe” che saranno pubblicati entro la fine dell’anno. Rimane, appunto, la History of Middle-earth. Martins Fontes sembra essere disponibile ad avviare negoziati per acquistare i diritti della serie tolkieniana, ma ha bisogno di una maggiore sicurezza, perché l’operazione ha un costo oneroso e bisogna rispettare diversi requisiti. 20130728-122633.jpgEd è stato proprio per mostrare all’editore che ci sono un numero enorme di lettori in attesa che è stata progettata la petizione. Naturalmente, questo è un ruolo che si è assunto la Società tolkieniana Brasiliana, che sono una società con una base forte di soci e a livello nazionale può lanciare. Sebbene le traduzioni in altri Paesi hanno avuto i loro problemi, il copyright per la traduzione in portoghese può ancora essere acquistato e questa è la speranza degli appassionati lettori brasiliani…
Dopo tutto, chi non vorrebbe leggere “la caduta di Gondolin” o anche sapere il finale alternativo del Signore degli Anelli? C’è qualcuno in Italia?

.

– Vai al sito della Società Tolkieniana Brasiliana
– Vai qui per firmare la petizione

.



 


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

2 Comments to “Una petizione in Brasile per pubblicare la HoME

  1. Erin ha detto:

    OK… partiamo con una petizione anche noi?? Dato che qui il tempo passa e non si vede la fine del tunnel…
    Diamo una bella sferzata alla Bompiani??

  2. Eöl ha detto:

    Ecco la prima ufficiale petizione italiana riguardo alla pubblicazione della HoME. Firmate e aiutatemi a divulgarla! https://secure.avaaz.org/it/petition/Pubblicazione_in_italiano_dellopera_The_History_of_Middleearth_di_JRR_Tolkien/

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.