Tolkien Trail Race: correre sulle sue orme

Siamo nel 2019, e lo studio e la conoscenza di Tolkien hanno assunto molte forme: puramente accademiche, ludiche e perfino turistiche.
Ebbene, una modalità particolare, che mette insieme un po’ tutte queste caratteristiche, è sicuramente la Tolkien Trail Race: una gara podistica che invita i possibili partecipanti a seguire le “orme di J.R.R Tolkien” e a correre “attraverso i boschi incantati e lo scenario epico che ha ispirato le storie de Il Signore degli Anelli e de Lo Hobbit”.
La gara, che viene descritta come una “corsa intorno al sentiero epico che ha ispirato l’autore” dai promotori, si svolge su di un percorso già esistente, parte dell’offerta turistica del Lancashire. L’appuntamento è per il 27 di luglio e si svolgerà su un percorso di 10 chilometri, attraversando la zona boscosa vicina al villaggio di Hurst Green, nel Lancashire, all’interno della Ribble Valley (sul sito dell’associazione Pennine Trails, ideatrice della gara è possibile scoprire l’intero percorso nel dettaglio).
Una passeggiata a confronto col viaggio di Frodo e Sam, ma pur sempre una sfida accattivante per tanti tolkieniani!

Gli organizzatori

L’associazione Pennine Trails si occupa dell’organizzazione di corse podistiche all’ombra delle Pennine Mountains, i monti Pennini, una catena montuosa che si estende dal Peak District nelle Midlands alle Cheviot Hills, sul confine scozzese. Anche definiti colline per la scarsa altezza (la vetta più alta non raggiunge i 900 metri sul livello del mare), questi rilievi percorrono l’Inghilterra per ben 400 chilometri e dal punto di vista paesaggistico sono considerati una delle aree più affascinanti della Gran Bretagna, e di conseguenza meta turistica e di escursionismo. La Pennine Trails propone una serie di eventi in pista proprio attraverso i monti Pennini, ed è intenzionata ad espandersi con percorsi che attraversino anche lo Yorkshire, il Lancashire, il Derbyshire e la Cumbria.“Comprendiamo cosa spinge i trail runner” affermano gli organizzatori:“è lo scoprire piccoli tesori nascosti che si incontrano nelle antiche foreste inglesi. Le rovine abbandonate, i ponti secolari e quegli antichi alberi lungo i meravigliosi sentieri boschivi. È la svolta di un angolo su un sentiero compatto per avere una catena montuosa onnipotente che viene portata alla vostra attenzione sull’orizzonte della valle opposta”.
Insomma, quest’associazione si assume il compito di partecipare alla promozione del territorio, specialmente un particolare modo di vivere questo territorio, proponendo una corsa che segue un percorso già presente, il quale mostra i luoghi che si ritiene abbiano ispirato Tolkien, che scrisse alcuni capitoli chiave delle sue storie più famose proprio durante i suoi viaggi nel Lancashire.
Ma quali sono?

Tolkien e il Lancashire

Già nel 2003 sul sito della BBC, sull’onda dello straordinario successo cinematografico della rielaborazione di Peter Jackson, si racconta della permanenza della famiglia Tolkien nel Lancashire, più precisamente allo Stonyhurst College, durante la seconda guerra mondiale. Il figlio maggiore John, che studiava per il sacerdozio a Roma, era stato evacuato, come tutto il Collegio Inglese con sede a Roma, proprio nel Lancashire, nel seminario dei Gesuiti alla St. Mary’s Hall, che oggi è la scuola preparatoria per lo Stonyhurst College.
Tolkien andò spesso a trovare il figlio negli anni della guerra e il suo nome compare nel libro dei visitatori del Stonyhurst College molte volte, insieme a quello di sua moglie e dei figli tra il 1942 e il 1947.
Jonathan Hewat, della St. Mary’s Hall School dello Stonyhurst College racconta che “Alcuni dei capitoli più drammatici e vividi sono stati scritti durante gli anni della guerra: dalla caduta di Gandalf nell’oscurità a Moria, scritta nel 1941, al lungo, doloroso viaggio di Frodo e Sam a Mordor, che occupò gran parte del 1944.”. Hewat inoltre sostiene che “ Tolkien era famoso per il suo amore per la natura e per i paesaggi boscosi, e la campagna attorno al Stonyhurst College e la St. Mary’s Hall è ricca di bellezza, e alcuni toponimi si possono ritrovare nel Signore degli Anelli: Shire Lane a Hurst Green, per esempio, o il fiume Shirebourn. Quest’ultimo si suppone prenda il nome dalla famiglia Shireburn che aveva costruito Stonyhurst e possedeva la tenuta nei secoli XVI e XVII.”, arrivando addirittura a supporre che la forma oscura di Pendle Hill, la collina che domina la contea, famosa per la sua associazione con le streghe, la stregoneria e la magia nera nel sedicesimo secolo possa essere forse stata l’ispirazione per le Montagne Nebbiose o la Montagna Solitaria della Terra di Mezzo, anche se molti studiosi tolkieniani ritengono che siano altri i luoghi che rimasero impressi nell’immaginazione del Professore dando vita ai suoi spettacolari paesaggi montani.
Se volete immergervi nella natura e attraversare luoghi cari al creatore della Terra di Mezzo, la Tolkien Trail Race fa per voi!

Pierluigi Cuccitto

ARTICOLI PRECEDENTI:
– Leggi l’articolo Viaggio sulle orme di Tolkien con WM4 e Arduini

LINK ESTERNI:
– Vai al sito dell’associazione Pennine Trails
– Vai al sito dello Stonyhurst College
– Vai al sito Visit Lancashire

.


 


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla Newsletter

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest’opera di http:www.jrrtolkien.itè distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.