Che successo: 4500 persone a Fantastika!

image1Dopo una lunga attesa, si è infine schiuso l’uovo misterioso apparso la primavera scorsa, alla seconda edizione di Fantastika: un’imponente drago nero dorme ora acciambellato in una delle torri della Rocca di Dozza. Fyrstan (questo il nome della creatura protagonista assoluta del weekend) si è comportato in maniera eccezionalmente disciplinata rispetto ai suoi colleghi delle fiabe e dei racconti popolari, accettando di buon grado di farsi immortalare assieme alle migliaia di visitatori che hanno atteso pazientemente in fila per poterlo ammirare.
fantastikaIl drago ha ammaliato gli adulti quanto i bambini e forse ancora di più (fidatevi di chi ha avuto il privilegio di sorvegliare il sonno della creatura): dopotutto, come diceva Tolkien, l’amore per le fiabe non è prerogativa dell’infanzia e il drago più di tutte le creature ne incarna l’essenza. Insediatosi nella Rocca, Fyrstan vi rimarrà permanentemente e coloro che non hanno avuto modo partecipare alla manifestazione potranno ancora recarsi alla torre per vederlo, almeno da fuori perché la sua tana sarà riaperta solo alla prossima FantastikA. «Non credo che nella storia di Dozza si sia mai verificato un evento capace in soli due giorni di portare così tante persone all’interno della Rocca», ha detto la presidente della Fondazione Dozza Città d’Arte, Simonetta Mingazzini. «Siamo riusciti a costruire qualcosa di eccezionale partendo da un’idea fantastica».

Due giorni intensi

fantastikaMa Fyrstan, creazione di Ivan Cavini, non è stato l’unico drago del weekend: le splendide opere dei Maestri italiani del fantastico esposte mostravano l’enorme rettile in tantissime declinazioni, assieme ad tante altre creature dell’universo fantasy.
Di draghi (e non solo) si è anche parlato nel ricco programma di conferenze: draghi medievali, delle tradizioni locali e di quelle scandinave, di Martin e della Marvel. Draghi di rinomata fama, come Smaug e Glaurung, sono stati immortalati nel fantastikacalendario Lords for the Ring, un’anteprima in vista della presentazione ufficiale a Lucca Comics & Games, che in questa speciale occasione era in vendita in edizione limitata con sovracopertina su cui era possibile avere uno sketch dagli stessi artisti che lo hanno realizzato. Questa perla per collezionisti ha riscosso un enorme successo ed è andata esaurita, ma non è stata la sola attrazione per gli amanti delle rarità: la mostra di libri e lettere “Tolkien inedito: l’uomo, lo scrittore, il professore”, il Mathom cioè l’asta dei collezionisti libri a cura di Tolkieniano Collection, la mostra di abiti e il matrimonio elfico curati da Eldalie.
fantastikaE se questo ricco tesoro sul quale vegliare ancora non fosse bastato al drago Fyrstan, falconieri e ventriloqui, cosplayers e musicisti hanno invaso la Rocca, assieme al mercatino dell’artigianato fantastico che si estendeva fin oltre le mura. Il tiro con l’arco con la Compagnia Arcieri dei Graffiti dentro al vecchio fossato e il raduno Harry Potter Never Ends (in concomitanza con l’uscita dell’edizione italiana del libro La maledizione dell’erede) in piazza Zotti: il fantastico ha invaso Dozza.

Un successo di pubblico

fantastikaFantastika ha mostrato un cuore pulsante, non solo vivo, ma multiforme e potente: la Rocca di Dozza, scrigno di queste meraviglie, è stata letteralmente presa d’assedio dai visitatori. Vi aspettavamo numerosi, ma avete superato le nostre previsioni: abbiamo superato i 4500 ingressi. Più che quadruplicati i numeri rispetto alla precedente edizione svoltasi nel maggio 2015, quando l’afflusso di visitatori si era attestato attorno ai mille ingressi, mentre se si confrontano questi risultati con quelli della prima edizione di FantastikA avvenuta nel settembre 2014, si scopre che l’afflusso di persone è aumentato di ben dieci volte. In attesa di entrare non solo ragazzi, non solo famiglie, ma anche adulti e scolaresche. fantastika«Questa terza edizione ha definitivamente consacrato FantastikA come Biennale del genere fantastico e dell’arte ad essa dedicata – è il commento di Ivan Cavini -, un evento di elevato livello ma accessibile e fruibile per tutti. Non è un caso che proprio da quest’anno sia partita la collaborazione con Lucca Comics & Games. Ora andiamo avanti così, guardando già alla quarta edizione in programma nel settembre 2018». Il fantastico aggrega persone di ogni età, da percorsi di vita differenti, ciascuno con le proprie capacità e inclinazioni, ma che si ritrovano nell’ampio respiro che questo regno offre loro. Attraverso la fantasia, «naturale attività umana», si veicolano e sviluppano idee, l’arte la incarna in forme sempre nuove e al contempo legate alle tradizioni, simboli immortali, come il drago, non cessano di affascinare e di ispirare. Una soddisfazione enorme per noi organizzatori, che abbiamo visto ripagati i propri sforzi non una, ma cento volte. Se, come Tolkien le descrive, le fiabe sono racconti che, oltre alle fate e ai draghi, contengono il sole e il cielo, l’acqua e la pietra, e gli uomini stessi, allora fantastikaFantastika ci ha fatto vivere una fiaba.
Un weekend meraviglioso per il quale ringraziamo tutti coloro che lo hanno reso possibile: i numerosissimi ospiti disponibili (venuti da ogni parte d’Italia e da Oltralpe), le associazioni culturali che hanno collaborato, i visitatori con il loro entusiasmo e lo splendido paese che ci ha accolto, al quale attendiamo impazienti di fare ritorno fra due anni, per la prossima edizione di FantastikA.

 

GUARDA LA FOTO-CRONACA DEL FESTIVAL

(foto di Alessio Vissani)

 

 

 

GUARDA LA FOTOGALLERY

 

 

ARTICOLI PRECEDENTI
– Leggi l’articolo Fantastika, il programma del 24-25 settembre
– Leggi l’articolo Al via il crowdfunding per il calendario AisT 2017
– Leggi l’articolo Montanini a Fantastika: tra Frazetta e Caravaggio
– Leggi l’articolo I Draghi e il fantastico in Emilia Romagna
– Leggi l’articolo Il 25 settembre a Dozza una cerimonia elfica!
– Leggi l’articolo A Fantastika una mostra e l’asta dei collezionisti
– Leggi l’articolo I Lords for the Ring per il calendario AIST
– Leggi l’articolo I Maestri del Fantasy in mostra a Dozza
– Leggi l’articolo A Dozza nasce un drago: a FantastikA il 24-25 settembre
– Leggi l’articolo Fantastika, trovato un uovo: cosa sarà mai?
– Leggi gli articoli su Fantastika 2015
– Leggi gli articoli su Fantastika 2014

LINK ESTERNI
– Vai al sito ufficiale di Fantastika
– Vai al sito ufficiale di Ivan Cavini
– Vai al sito ufficiale della Fondazione Dozza Città d’Arte
.



Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.