FantastikA, in mostra le fiabe nere di Bessoni

Stefano BessoniLa quarta edizione di FantastikA, la Biennale dell’arte fantastica, che si svolgerà a Dozza Imolese (Bologna) dal 22 al 23 settembre prossimo, vedrà quest’anno presenze di tutto rilievo, da quella di abiti In a world of my World di Celeste Ratazzi a TrashFormers di Andrea Gualandri, fino ad Art Fantasy Collection di Francesco Marcantonini. Ma una della mostre occuperà ben quattro sale della pinacoteca della Rocca Sforzesca di Dozza. Si tratta della mostra Da Alice a Rachel – Il lato oscuro della fiaba di Stefano Bessoni. Tutte le mostre apriranno in occasione di FantastikA e saranno visitabili fino al 4 novembre 2018. Per avere un’idea delle meraviglie da scoprire durante la manifestazione abbiamo intervistato Agnese Tonelli della Fondazione Dozza Città d’Arte e responsabile delle mostre di FantastikA.

L’autore e illustratore

Stefano BessoniStefano Bessoni, regista, illustratore e animatore stop-motion, nasce nel 1965 a Roma, dove si diploma all’Accademia di Belle Arti. Dal 1989 realizza film sperimentali, installazioni videoteatrali e documentari, suscitando l’attenzione della critica. Negli anni ’90 lavora per alcune società di produzione televisiva come operatore, direttore della fotografia e montatore. È stato docente di regia cinematografica presso la Nuct a Cinecittà e presso l’Accademia Griffith di Roma. Ha tenuto e tiene numerosi workshop in Italia e all’estero, presso scuole e festival specializzati. Insegna inoltre illustrazione e animazione stop-motion presso La Fabbrica delle Favole a Macerata.
Diversi i riconoscimenti ricevuti con i suoi ultimi film Canti della forca, riconosciuto di interesse culturale nazionale da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, e Krokodyle, miglior film fantasy al 6° Cinefantasy a San Paolo in Brasile, miglior film internazionale a Puerto Rico Horror Film Fest 2011, Stefano BessoniMenzione Speciale al Sitges 2011 – 44° Festival Internacional de Cinema Fantastic de Catalunya, che si aggiunge a quella ottenuta al Fantaspoa 2011. Con Logosedizioni ha pubblicato: Alice sotto terra (disponibile anche in inglese e in spagnolo), Canti della forca (disponibile anche in inglese), HomunculusMr PunchPinocchioStop-motion. La fabbrica delle meraviglie, Workshop di stop-motionWunderkammerOzRachelRebecca e GionaFilm: 2013 Canti della forca – Prod. Interzone Visions (Italia); 2011 Krokodyle – Prod. Interzone Visions (Italia); 2009 Imago mortis – Prod. Pixstar (Italia) / Telecinco Cinema (Spagna); 2005 Frammenti di scienze inesatte – Prod. White Shark Production.

L’intervista alla curatrice

Stefano BessoniCi può descrivere lo stile di Bessoni?
«Oltre alla indiscussa eccellenza tecnica, Bessoni studia accuratamente e minuziosamente ogni dettaglio dei suoi personaggi, quasi come in un’autopsia, per fare emergere ciò che si nasconde dalla superficie e questo consente a chi osserva i suoi lavori, di essere immediatamente catapultato in un mondo altro. Quasi un sottobosco segreto, fatto di strani esseri, teschi, insetti e cupe atmosfere».

Così il genere horror esordisce a Dozza…
«FantastikA è anche questo. Mostrare mondi possibili. Mondi che nel quotidiano ci sfuggono poiché non c’è il tempo per soffermarsi a guardare sotto le cose che ci passano veloci davanti agli occhi, non c’è tempo di sognare, ne di avere incubi. Bessoni smonta e rimonta la tradizione secondo una visione filtrata da un immaginario cupo, in cui i protagonisti sono piccoli scheletri che nella loro fragilità non ci spaventano affatto, anzi ci attirano in questo universo in cui ogni piccola cosa assume valore».

Come si lega tutto questo con la fiaba tradizionale? 
«L’artista attraversa la tradizione, manipolandola a suo piacimento, pur mantenendo un evidente rispetto verso di essa. Ed è proprio attraversando le tre sale in cui sono esposte 3 fiabe tradizionali (Alice, Pinocchio e Oz), che il visitatore è portato a salire le scale, un ulteriore sforzo per arrivare alla quarta sala, in cui si trovano i lavori inerenti a quella che è una creatura propria dell’autore, Rachel, a sottolineare l’importanza che la tradizione ha per riuscire a raggiungere qualcosa di proprio e di contemporaneo. Qualcosa che in un futuro non troppo lontano potrebbe diventare parte della nostra tradizione».

Stefano BessoniUna guida nel visitare la mostra?
«I colori di Bessoni, per quanto cupi, illuminano così un cammino possibile, un sentiero che invita a non avere paura del buio, ma a conoscerlo. Per poterlo capire e per lasciarsi rapire dalle meraviglie che nasconde».
ARTICOLI PRECEDENTI:
– Leggi l’articolo Fantastika, ecco il programma completo!
– Leggi l’articolo La Tana del Drago prende forma a Dozza
– Leggi l’articolo A FantastikA le lingue elfiche: iscriviti subito!
– Leggi l’articolo Torna FantastikA, il 22-23 settembre a Dozza
– Leggi l’articolo Lords for the Ring 2019: il 3 settembre si parte!
– Leggi l’articolo Crowfunding per la Tana: 9853 grazie!
– Leggi l’articolo Crowdfunding col botto: aiutaci anche tu!
– Leggi l’articolo Una casa per Tolkien nascerà a Dozza
– Leggi l’articolo Che successo: 4500 persone a Fantastika
– Leggi l’articolo Fantastika, il programma del 24-25 settembre
– Leggi l’articolo A Dozza nasce un drago: a FantastikA il 24-25 settembre
– Leggi l’articolo I Draghi e il fantastico in Emilia Romagna

LINK ESTERNI:

– Vai alla pagina facebook Centro Studi – la Tana del Drago
– Vai al sito ufficiale di Fantastika
– Vai alla pagina dell’evento facebook Fantastika 2018 – Il Risveglio del Drago
– Vai al sito ufficiale della Fondazione Dozza Città d’Arte
– Vai alla pagina facebook del drago Fyrstan
– Vai alla pagina facebook di Lords for the Ring – Tolkien Art Calendar

.



Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

Trackbacks/Pingbacks

  1. Fantastika 2018: tra arte e artigianato « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy
  2. Sabato e domenica Fantastika invade Dozza! « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy
  3. Fantastika 2018: Il risveglio del drago « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.