Terminate le riprese del biopic Tolkien

Avevamo annunciato nell’autunno 2017 l’inizio delle riprese del film biografico Tolkien, prodotto da Peter Chernin della Chernin Entertainment (la casa di produzione dei film sul Pianeta delle Scimmie, Oblivion e Miss Peregrine): a dicembre le riprese, svoltesi a Liverpool nel Littlewoods Pools Building, sono terminate e il film è attualmente in post produzione. Dopo che Peter Jackson ha portato le opere più conosciute dello scrittore sul grande schermo (le trilogie del Signore degli Anelli e de Lo Hobbit sono famosissime, e la prima è ormai considerata una pietra miliare del cinema, non solo fantasy) e che Amazon ha annunciato la realizzazione di una serie tv, l’attesa è palpabile, eppure non è ancora stata annunciata la data di uscita.

Un film a lungo atteso

Dome Karukoski agli Jussi AwardIl film è diretto dal regista finlandese Dome Karukoski, il cui ultimo film, Tom of Finland, è stato selezionato per rappresentare la Finlandia ai Premi Oscar 2018 nella categoria Oscar al miglior film in lingua straniera. Il regista professa un interesse personale per le opere tolkieniane, come era già avvenuto con Peter Jackson:
In quanto fan dei libri di J. R. R. Tolkien da sempre, è un privilegio portare alla vita uno dei più grandi scrittori della storia. Le opere di Tolkien ci insegnano che anche quando incontriamo un ostacolo delle dimensioni di Smaug, con il supporto e lo spirito combattivo di amici incredibili, possiamo sconfiggere mostri e creare magia. Non solo questa è la storia della vita di Tolkien, ma riguarda anche la realizzazione di questo film. Sono incredibilmente grato alla nostra troupe e al nostro cast, incluso Nicholas che si è preparato per dei mesi. Farò tesoro di questa esperienza per sempre.” ha dichiarato Karukoski.
Altrettanto entusiasti sembrano David Greenbaum e Matthew Greenfield, i responsabili della produzione della Fox Searchlight Pictures:
Siamo elettrizzati di stare lavorando con un regista acclamato come Dome Karukoski per portare sullo schermo questa straordinaria storia d’amore, amicizia, e sul potere dell’immaginazione. Nicholas e Lily sono due dei più interessanti talenti emergenti che ci siano, e noi non possiamo pensare a un duo migliore per immortalare l’incredibile storia d’amore di J. R. R. e Edith Tolkien.
Nicholas Hoult (X-Men: Apocalypse, Mad Max: Fury Road, e già lo scrittore J.D. Salinger in Rebel in the Rye) è l’attore che ha indossato i panni di J. R. R. Tolkien, mentre Lily Collins è il volto della moglie Edith (Okja, Abduction, ma anche la serie televisiva The Last Tycoon).

Il cast

Oltre ai coniugi Tolkien, conosciamo già i nomi di gran parte del cast: Christopher Wiseman sarà Tom Glynn-Carney (Dunkirk), Geoffrey Bache Smith interpreterà Anthony Boyle (Civiltà Perduta, Onus) e Robert Gilson sarà impersonato da Patrick Gibson (Cosa ha fatto Richard e la miniserie TV The Passing Bells, ambientata a sua volta durante la prima guerra mondiale).
Colm Meaney (già noto al pubblico nerd per Star Trek: The Next Generation) sarà Padre Francis Morgan, una figura di grande importanza nella vita di Tolkien, nonché il tutore di John e del fratello Hilary dalla morte della madre Mabel nel 1904, quando i figli avevano solo 12 e 10 anni. Il giovane Hilary Tolkien sarà interpretato da Guillermo Bedward.
Craig Roberts (Submarine di Richard Ayoade, la serie degli Amazon Studios Red Oaks) interpreterà un soldato di trincea di nome Sam, il quale possiamo interrogarci se, e nel caso come, ricalcherà il famoso hobbit Sam del Signore degli Anelli.

La trama

David Gleeson e Stephen Beresford hanno realizzato la sceneggiatura: il film sarà incentrato sulla gioventù di Tolkien, trattando della grande rilevanza delle amicizie strette durante gli studi con Christopher Wiseman, Geoffrey Bache Smith e Robert Gilson. I quattro studenti formeranno il TCBC (Tea Club and Barrovian Society), un club fondato sugli interessi letterari in comune e l’aspirazione di essere scrittori. Gran parte di loro combatté in prima linea e perse la vita durante la Prima Guerra Mondiale: Gilson e Smith vennero uccisi, cosa che in seguito Tolkien descrisse «come l’inverno piombato sulla mia vena creativa nel suo primo sbocciare».
Tolkien-and-the-great-war1Il biopic racconterà anche della storia d’amore con Edith Bratt, conosciuta mentre entrambi erano a pensione presso il 37 di Duchess Road, a Edgbaston: un amore inizialmente ostacolato dal tutore di Tolkien, Padre Francis Morgan, perché considerato una distrazione dagli studi per il giovane. In seguito Tolkien riconoscerà l’intervento di Padre Morgan come uno degli elementi consolidanti del loro amore. Dopo un silenzio di ben tre anni, appena raggiunta la maggiore età (21 anni), John chiederà in sposa Edith, ma la felicità della coppia sarà presto minacciata dalla Prima Guerra Mondiale, che avrebbe travolto la vita di un’intera generazione.

GUARDA LA FOTOGALLERY


ARTICOLI PRECEDENTI:
– Leggi l’articolo Iniziate le riprese del film biografico Tolkien
– Leggi l’articolo Prima del Signore degli Anelli: ci sarà la serie tv
– Leggi l’articolo La vita di Tolkien: un film a lungo atteso?
– Leggi l’articolo Dopo Lo Hobbit tre biografie su Tolkien
– Leggi l’articolo Fan film: Tolkien’s Road sulla vita di Tolkien

LINK ESTERNI:
– la filmografia della Chernin Entertainment
– La scheda personale di Peter Chernin
– Vai al sito della Fox Searchlight Pictures

.


 


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

Trackbacks/Pingbacks

  1. In Finlandia, Il Signore degli Anelli in teatro « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.