La mostra su Tolkien dal 25 gennaio a New York

Morgan Library & Museum - entrataLa mostra Tolkien: Maker of Middle-earth, dopo mesi di successo ad Oxford, approda a New York. L’importanza della mostra e la varietà del materiale esposto erano tali da aver attratto visitatori da tutta Europa (potete leggere qui il nostro resoconto), con l’esposizione di pezzi provenienti non solo dal Tolkien Archive della Weston Library, parte delle Bodleian Libraries, ma anche da dalla Tolkien Collection della Marquette University di Milwaukee e da collezioni private. Dal 25 gennaio al 12 maggio 2019 sarà il turno del Morgan Library & Museum di ospitare questa mostra eccezionale: i manoscritti dei capolavori tolkieniani, gli acquarelli, le mappe, le foto, le lettere ed altri cimeli del creatore della Terra di Mezzo saranno così alla portata del grande pubblico americano. Un’occasione davvero unica per i tolkieniani d’oltreoceano, e per coloro che si troveranno a New York questa primavera.

Maker of Middle-earth al Morgan Library & Museum

Colin B. Bailey, direttore del Morgan Library & MuseumDalla pubblicazione dei suoi romanzi, Tolkien ha riunito una gran varietà di ammiratori, inclusi il poeta W.H. Auden e il cantante Joni Mitchell.” ha dichiarato Colin B. Bailey, direttore del museo. “Questa mostra ci aiuta a vedere cosa era così straordinario e universalmente affascinante del suo dono come narratore e della sua abilità di combinare l’erudito con l’artistico. La mostra presenta uno sguardo intimo al mondo di Tolkien attraverso i suoi manoscritti e i suoi disegni. Siamo grati alle Bodleian Libraries, alla Tolkien Estate e alla Tolkien Trust per questa storica collaborazione.
John McQuillen, curatore associato del Printed Books and Bindings Department, ha aggiunto “È come se stessimo guardando da oltre la sua spalla mentre lui compone e illustra la sua visione della Terra di Mezzo. Riusciamo a intravedere momenti nella creazione della narrativa, come quando lui cambia il nome dello stregone in Gandalf o improvvisamente se ne esce con l’idea dell’Unico Anello. È quasi voyeuristico: abbiamo l’opportunità di vedere il processo creativo che ha portato ai libri che conosciamo così bene.
La mostra tolkieniana del Morgan però non sarà identica a quella tenuta ad Oxford: saranno sempre presenti oggetti dalle collezioni precedentemente nominate, assieme a tre esclusive provenienti da collezioni private e del Morgan Library & Museum stesso. Ma se la mostra oxoniense esibiva quasi 200 elementi, quella newyorkese ne proporrà molti meno, sebbene sempre spaziando sui vari aspetti e stadi della produzione creativa di Tolkien; ecco la lista di quanto della precedente esposizione arriverà su suolo americano (secondo quando riportato dal sito Tolkien Collector’s Guide):
– Chuck and Joni Mitchell photo (n. 9)
– Chuck and Joni Mitchell lyrics (n. 10)
– 1892 photo (Tolkien held by nurse) (n. 16)
– Letter from Mabel (n. 17)
– Hilary and Ronald photo (n. 19)
– Mabel photo (n. 22)
– rural scene painting c1904 (n. 23)
– postcard of Sarehole Mill (n. 24)
– Ronald and Hilary 1905 photo (n. 26)
– Tolkien Photo 1911(n. 27)
– Edith photo 1906 (n. 30)
– Account Book (n. 31)
– Tolkien and Friends photo 1914 (n. 32)
– 2nd lieutenant photo 1916 (n. 35)
– Book of Ishness boards (n. 38)
– undertenishness (n. 39)
– eeriness (n. 40)
– There and Here (n. 41)
– Water Wind and Sand (n. 42)
– (Fantasy Landscape) (n. 43)
– Owlamoo (n. 45)
– Tree of Amalion (n. 47)
– Lingwë súrissë (n. 48)
– Decorative alphabet (n. 49)
– newspaper doodle (n. 50)
– newspaper doodle (n. 51)
– newspaper doodle (n. 53)
– newspaper doodle (n. 57)
– newspaper doodle (n. 59)
– Parma Mittarion (n. 61)
– Numenorean Patterns (n. 62)
– Numenore and Aldarion (n. 63)
– ranalinque (n. 64)
– shores of faery (n. 65)
– East of the Sun West of the Moon (n. 66)
– Cottage of Lost Play cover (n. 67)
– I Vene Kemen (n. 68)
– Tale of Turin Turambar written vertically (n. 69)
– I Eldinyare title page (n. 70)
– halls of manwe (n. 72)
– 1st silmarillion map (n. 73)
– Beleg finds Flinding in Taur-na-Fuin (n. 74)
– 2nd silmarillion map (n. 75)
– Glorund sets forth to seek Turin (n. 76)
– tree of tongues (n. 77)
– Of Beren and Tinuviel’ (n. 78)
– Idril’s device (n. 79)
– Luthien (green) (n. 80)
– Luthien (black) (n. 81)
– Beren Gamlost’, Finrod and Finarphin (n. 82)
– Tolkien in his study photo 1930s (n. 85)
– The first letter from Father Christmas (n. 90)
– Drawing by Father Christmas (n. 91)
– Aurora Borealis (n. 92)
– To John Christmas letter (n. 93)
– To Michael Christmas letter (n. 94)
– Christmas 1932 Letter (n. 95)
– Christmas 1932 Drawing (n. 96)
– Tolkien and 3yo Christopher 1928 photo (n. 114)
– Photo of John, Priscilla, Michael, Christopher (n. 116)
– Tolkien and Edith at the front door 1936 photo (n. 118)
– “first grandchild” photo 1945 (n. 122)
– Photo: holiday at Weston-super-mare 1940 (n. 124)
– Thror’s treasure map (n. 134)
– manuscript title page (n. 135)
– the hill and hobbiton-across-the Water (n. 136)
– the trolls (n. 137)
– Rivendell (n. 138)
– mountain path (n. 139)
– bilbo woke up with the early sun in his eyes (n. 140)
– bilbo comes to the hut of the raft elves (n. 141)
– plot notes (n. 142)
– conversation with smaug (n. 143)
– wilderland map (n. 144)
– draft dust jacket (n. 145)
– dust jacket (n. 146)
– Magic Ring title page (n. 148)
– Title Page (n. 149)
– Ring verse (n. 150)
– Old Man willow (n. 151)
– Doors of Durin draft page (n. 153)
– Fire writing (n. 154)
– Moria Gate lower (n. 155)
– Moria Gate (n. 156)
– Forest of Lothlorien (n. 160)
– Time Scheme (n. 161)
– Treebeard draft page (n. 162)
– Dunharrow (n. 163)
– Riddles of Rohirrim draft page (n. 164)
– Barad-Dur (n. 165)
– King’s Letter draft page (n. 166)
– Fellowship dj design (n. 167)
– Two Towers dj design (n. 168)
– Return of the King dj design (n. 169)
– Stonewain valley map (n. 175)
– 1st map of Shire (n. 176)
– hobbit long measures (n. 177)
– Map of Rohan, Gondor, Mordor 1948 (n. 178)
– “First” map circa 1937-1949 (n. 179)
– Map of Rohan, Gondor, Mordor 1944 (n. 181)

Le novità della mostra a New York saranno invece le seguenti:

  • la lettera scritta a mano di Tolkien a Geoffrey Selby del 14 dicembre 1937, MA 4373 del Morgan Library & Museum, presente nel catalogo della mostra a pagina 312
  • la lettera di Tolkien, battuta a macchina, a Naomi Mitchison del 25 aprile 1954, da una collezione privata
  • due copie della prima edizione inglese de Lo Hobbit, una con la sovracoperta (da una collezione privata) e una copia senza sovracoperta per mostrare i disegni di Tolkien per la copertina sottostante del Morgan Library & Museum (PML 84830)

Tolkien, Maker of Middle-earth - Catherine McIlwaineLa mostra, come nell’edizione tenuta ad Oxford, sarà accompagnata dal catalogo Tolkien: Maker of Middle-earth della Tolkien Archivist Catherine McIlwaine: più di 400 pagine con oltre 300 immagini di manoscritti, schizzi, mappe, lettere tolkieniane, ma anche illustrazioni di grandi artisti del fantastico che hanno immortalato la loro visione della Terra di Mezzo. McIlwaine, curatrice della mostra alla Weston Library, ha dichiarato (sul sito delle Bodleian Libraries): “Sapevamo che Tolkien è popolare oggi come non mai, ma è stato sorprendente vedere la reazione alla mostra. Ho speso cinque anni per preparare la mostra ed è stato meraviglioso leggere i commenti, sentire le reazioni delle persone, e semplicemente vedere com’è stata affollata la galleria.”

Il Morgan Library & Museum, un complesso di edifici situato nel cuore di New York City, nacque nel diciannovesimo secolo come biblioteca privata del finanziere John Pierpont Morgan, la quale venne resa pubblica dal figlio John Pierpont Morgan Junior nel 1924. Il Morgan Library & Museum è oggi un museo, una biblioteca, un sito storico ed ospita anche concerti. Chiuso nel 2003 per una serie di lavori di ampliamento, ha riaperto nel 2006, dopo un rinnovamento che porta la firma del grande architetto italiano Renzo Piano.

Gli eventi legati alla mostra

Come durante ad Oxford, anche la mostra negli Stati Uniti sarà accompagnata da una serie di iniziative, a partire dalla fine di gennaio:

    Studiosi: Christina Scull e Wayne Hammond

  • 31 gennaio – Tolkien and the Visual Image, ore 18:30
    Il primo appuntamento è con Wayne G. Hammond e Christina Scull, coppia di studiosi tolkieniani autori dei volumi The Lord of the Rings: A Reader’s Companion, J. R. R. Tolkien: Artist and Illustrator, The Art of The Hobbit e The Art of The Lord of the Rings, e del Tolkien Companion and Guide, di cui è uscita la seconda edizione nel 2017. I due esperi indagheranno in che modo l’arte e gli scritti di Tolkien si influenzavano a vicenda e come altri illustratori hanno interpretato le opere del Professore, specialmente Pauline Baynes, la sua artista preferita.
    Biglietti: 15 dollari, gratis per gli studenti
  • 1 febbraio – Tolkien: Maker of Middle-earth, ore 18:00
    Conferenza di John T. McQuillen, Associate Curator of Printed Books & Bindings
  • 9 febbraio e 13 aprile – Living Landscapes: Map Your Own Fantasy World
    Si tratta di due eventi collegati, destinati ai più giovani (8-14 anni):
    Ink Into Existence, 9 febbraio dalle 11:00 alle 13:00. Dopo una visita di mezz’ora, i bambini scopriranno le tecniche storiche per realizzare le mappe, tanto importanti per Tolkien, e diventeranno apprendisti cartografi. Assieme all’artista Simon Levenson, creeranno con inchiostra e carta la mappa del loro mondo fantastico. Biglietto: 20 dollari.
    Watercolor Your World, 13 aprile dalle 11:00 alle 13:00. In questo secondo appuntamento, dopo una visita di mezz’ora i ragazzi apprenderanno dall’artista Max Greis le tecniche degli acquarelli creando paesaggi fantasy, dando forma a flora e fauna. Biglietto: 20 dollari.
  • 16 marzo – Tolkien and Inspiration: A Multidisciplinary Symposium, ore 14:00
    NY Tolkien Conference 2019Simposio in partnership con la New York Tolkien Conference & Fellowship, prevede una serie di interventi quali:
    The Great Wave: How Tolkien reinvented Atlantis di John Garth (studioso di Tolkien autore di Tolkien e la grande guerra)
    “But the beauty of mithril did not tarnish”: Tolkien, Material Culture, and the Made Object di Nicholas Birns (New York University)
    Homo-amory, Tolkien’s Beowulf and The Lord of the Rings di Chris Vaccaro (Senior Lecturer di Lingua e Letteratura Inglese all’Università del Vermont)
    “And Menelmacar with his shining belt”: J.R.R. Tolkien the Amateur Astronomer di Kristine Larsen (professoressa di Astronomia alla Central Connecticut State University)
    Teaching Tolkien in the 21st Century di Leslie Donovan (University of New Mexico)
    Biglietti: 15 dollari, gratis per gli studenti
  • 4 aprile – A Long-expected Party, ore 19:00-21:00
    Una serata a tema hobbit in piena New York, a Gilbert Court: musica dal vivo e bevande ispirate alla Gente Piccola, assieme a una visita delle mostre in corso al Morgan e alla biblioteca storica. La partecipazione in costume è caldamente consigliata. Biglietti: 35 dollari.
    Sarà organizzata anche una versione V.I.P. dell’evento, definita V.I.H, Very Important Hobbit, con accesso anticipato alle 18:00, un incontro coi curatori, brindisi con champagne e molto altro ancora da scoprire. Biglietti: 100 dollari, posti limitati.
  • 12 aprile – Tolkien: Maker of Middle-earth, ore 13:00
    Conferenza di John T. McQuillen, Associate Curator of Printed Books & Bindings
  • 26 aprile – Workshop – Fantasy Watercolor Landscapes, ore 18:00-20:00
    Dopo aver scoperto i paesaggi fantastici di Tolkien in esposizione, i partecipanti passeranno alla creazione in prima persona. A guidare i visitatori sarà l’artista surrealista Max Greis, spiegando varie tecniche per utilizzare gli acquarelli. Pensato per un pubblico adulto.
    I posti sono limitati.
    Biglietti: 45 dollari

ARTICOLI PRECEDENTI:
– Leggi l’articolo Tolkien: Maker of Middle-earth, la mostra
– Leggi l’articolo Apre oggi la mostra su Tolkien a Oxford!
– Leggi l’articolo La mostra a Oxford: ci siamo stati per voi!
– Leggi l’articolo Visualizzare la Parola: Tolkien come artista
– Leggi l’articolo Il nuovo artbook di Alan Lee, dedicato a Lo Hobbit
– Leggi l’articolo Esce il nuovo Tolkien Companion and Guide

LINK ESTERNI:
– Vai al sito del Morgan Library & Museum
– Vai al sito della Weston Library, parte delle Bodleian Libraries
– Vai al sito della Tolkien Collection della Marquette University
– Vai al sito delle Bodleian Libraries
– Vai al blog di Wayne G. Hammond e Christina Scull
– Vai al sito della New York Tolkien Conference
– Vai al sito Tolkien Collector’s Guide

.


 


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.