UK: «I fan di Tolkien? Potenziali terroristi»

Map MordorUn rapporto scandaloso e da giorni ormai virale del programma antiterrorismo del governo britannico Prevent ha affermato che i romanzi classici di autori come J.R.R. Tolkien e CS Lewis possono essere «attraenti» per un possibile «estremismo di estrema destra». «Evitiamo che le persone vulnerabili vengano trascinate nell’estremismo», afferma Prevent sul suo sito web. Prevent continua a descriversi come un programma «guidato dal governo e multi-agenzia» che «mira a impedire che le persone diventino terroristi». Il suo sito web spiega che «la polizia gioca un ruolo chiave» negli sforzi del programma.

Un rapporto discutibile

Douglas MurrayKay Smythe del Daily Caller ha riferito che mentre Prevent «è stato fondato per sostenere gli sforzi antiterrorismo», «si è gradualmente spostato concentrandosi solo sugli estremisti dell’Islam e sulla mentalità ideologica di “estrema destra”». «I tentativi del programma di affrontare l’estremismo di destra sono stati ancora più inadeguati di alcuni dei suoi tentativi di affrontare l’estremismo islamico», ha osservato l’autore britannico Douglas Murray (qui a destra) in un articolo su Spectator del febbraio 2023.
Murray ha sottolineato che Prevent una volta veniva «consigliato da gruppi di attivisti di sinistra come Hope not Hate». «Tali gruppi credono da tempo che la definizione di estrema destra dovrebbe comprendere, ad esempio, molte persone che sostengono la Brexit», ha aggiunto. Più avanti nell’articolo, Murray ha esaminato attentamente un rapporto precedente della Research Information and Communications Unit (RICU) di Prevent. In uno di questi rapporti, c’è un «elenco da leggere di testi storici che allarmano la RICU». «RICU avverte che la radicalizzazione potrebbe verificarsi a partire da libri di autori tra cui CS Lewis, J.R.R. Tolkien, Aldous Huxley e Joseph Conrad», ha riferito Murray.

Opinioni più che dati reali

J.R.R. Tolkien e C.S. LewisCS Lewis è noto per aver scritto la serie fantasy per ragazzi Le cronache di Narnia e molti libri come Le lettere di Berlicche e Il grande divorzio. Per lo più, dopo la sua conversione fu un apologeta cristiano. Devoto cattolico, Tolkien una volta osservò che Il Signore degli Anelli è «un’opera fondamentalmente religiosa e cattolica; inconsciamente all’inizio, ma consapevolmente nella revisione». Aldous Huxley ha scritto Brave New World, un romanzo di fantascienza di genere distopico. Conrad ha scritto il classico mondiale Cuore di tenebra, che racconta gli orrori dell’Africa coloniale belga alla fine del XIX secolo. Sono tutti scrittori che nulla hanno avuto a che fare con la politica e con l’estrema destra. «Non sto scherzando, anche se sembra che tutta la satira sia morta, ma l’elenco dei libri sospetti include anche 1984 di George Orwell», ha scritto Murray. Ha continuato notando che il rapporto ha segnalato anche scritti ben noti di vari filosofi politici classicamente liberali e conservatori. Questi includono il Leviatano di Thomas Hobbes, i Due trattati di governo di John Locke e le Riflessioni sulla rivoluzione in Francia di Edmund Burke, oltre a opere di Thomas Carlyle e Adam Smith. «Quindi, in generale, comincio a sentirmi in buona compagnia», ha scritto Murray in reazione all’elenco dei libri. «Se le agenzie governative compilano elenchi di libri sospetti, allora sono molto felice di essere condannato accanto a queste brave persone, sia vive che morte».

Le polemiche

Elon MuskIl rapporto della Research Information and Communications Unit (RICU) di Prevent è vecchio di anni, ma la notizia su di esso è circolata attraverso l’applicazione di social media X (ex Twitter). Il proprietario della piattaforma, Elon Musk, ha criticato il rapporto RICU per l’inclusione dei libri classici. «Che cosa folle da dire», ha commentato il magnate.
«Oh no!», ha scherzato la giornalista e montatrice Haley Kennington subito dopo. «Inizieremo tutti a costruire meravigliosi piccoli cottage sulle colline dopo aver digerito questi libri e potremmo anche trovare un gruppo ristretto di amici per i quali faremmo qualsiasi cosa e conservare per tutta la vita». «Estremista? Dategli un senso», ha aggiunto Kennington. «Questo equivale a dire “la matematica è razzista!”». «E che dire dell’Antico Testamento?», ha chiesto Steve Friend, informatore del Federal Bureau of Investigation (FBI). «Lo mettiamo subito sulla No Fly List?».
Suprematisti BianchiAnche il sito web CatholicVote ha riferito che un’agenzia del governo federale degli Stati Uniti «“ha segnalato” gli acquisti di Bibbia come indice di “estremismo” nelle comunicazioni con le banche in seguito agli eventi del 6 gennaio 2021» quando i manifestanti pro-Trump hanno dato l’assalto al Campidoglio degli Stati Uniti a Washington. Il Financial Crimes Enforcement Network (FinCen) del Dipartimento del Tesoro Usa «ha messo in guardia le istituzioni finanziarie dagli indicatori di “estremismo” che includono…» l’acquisto di libri (compresi testi religiosi) e abbonamenti ad altri media contenenti «opinioni estremiste», ha scritto il presidente della commissione Giustizia della Camera Jim Jordan, R-OH, in una lettera il mese scorso.

 

ARTICOLI PRECEDENTI

– Leggi l’articolo Tolkien 50, ecco gli eventi più importanti
– Leggi l’articolo Francia, dal 3 giugno in Angiò una mostra su Tolkien

LINK ESTERNI

  • Vai al sito web del Prevent
  • Vai all’editoriale di Douglas Murray sullo Spectator

.


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

4 Comments to “UK: «I fan di Tolkien? Potenziali terroristi»”

  1. Alberto Quagliaroli ha detto:

    [mia personalissima opinione] che Putin, o qualche altro dittatore guerrafondaio si ispiri a Sauron, a Saruman e a Melkor e magari alla versione filo-mordoriana russa del SdA, personalmente, temo sia possibile. Ma questo vale per qualsiasi cattivo dei racconti fantastici o di fantascienza.

  2. Miriana ha detto:

    Ciao ragazzi, potrei chiedere qual è la fonte di questa citazione di Tolkien?
    «un’opera fondamentalmente religiosa e cattolica; inconsciamente all’inizio, ma consapevolmente nella revisione»

  3. Wu Ming 4 ha detto:

    Lettera 142, a padre Robert Murray, 2 dicembre 1953.

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla Newsletter

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest’opera di http:www.jrrtolkien.itè distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.