Tra Puglia e Messina due mostre e Crida in tour

Artista: Piero CridaUn tour, due mostre e un evento. Il Mezzogiorno risponde così alle tante iniziative che hanno caratterizzato l’inverno soprattutto a Milano. E, dopo le prove generali, una vera e propria consacrazione, quella di un artista che ha fatto la storia delle pubblicazioni di J.R.R. Tolkien in Italia, Piero Crida. Parte infatti dalla Puglia un’esposizione a lui dedicata che farà il giro d’Italia. Al tempo stesso, scendendo a ancor più a sud e superando lo stretto, Messina sarà protagonista di una mostra e un evento tolkieniano.

Quasi mezzo secolo di passione

Artista: Piero CridaAveva solo 23 anni quando Piero Crida lesse per la prima volta Il Signore degli Anelli. Dal quel giorno, l’artista si occupò di Tolkien per quasi trent’anni. Ma l’artista torinese è conosciuto in tutto il mondo per le sue opere. Nato a Torino nel 1944, Crida vive e lavora tra il Piemonte (a Graglia, vicino Torino) e lo Sri Lanka, dove risiede per sei mesi all’anno. Diplomatosi all’Accademia Albertina di Belle Arti, ha insegnato Storia dell’Arte ed Estetica al Museo di Arte Moderna di Torino e alla Fondazione dei Centri di Studi Europei di Torino. L’artista ha disegnato tessuti per le collezioni di Missoni, Etro e Benetton, gioielli per Pomellato e Sicard (Ginevra), ceramiche per l’Opificio Umbro e ha realizzato numerose illustrazioni per gli editori Franco Maria Ricci e Rusconi. Sue illustrazioni sono state pubblicate su Vogue, Harper’s Bazaar e Vanity, mentre i suoi libri-oggetto, pezzi unici, su testi di Evelina Schatz, sono esposti alla Biblioteca dell’Accademia delle Scienze di San Pietroburgo. Tuttavia, la pittura rimane il suo principale interesse. Piero Crida, infatti, lavora unicamente ad acquerello su carta a mano. I suoi acquarelli sono stati esposti in mostre personali presso la Galleria dello Scudo di Verona, la Galleria Micha di Bruxelles, da A. Deconinck a Kortrijk, alla Galleria del Pontaccio a Milano, alla Galleria Ravagnan di Venezia e alla Galleria Stevens di Padova.
Libri: Il Signore degli Anelli in un tomo unicoPer gli appassionati lettori di Tolkien, però, Piero Crida è l’illustratore delle più belle copertine dei libri di Tolkien pubblicate da Rusconi dal 1970 al 1996. L’artista torinese ha raccontato la sua storia in un’
intervista alla Stampa: nel 1967 «avevo letto la prima parte del Signore degli Anelli pubblicata da Ubaldini e mi era molto piaciuta. Allora non c’era Internet e appassionato dal testo telefonai all’editore per chiedere quando sarebbe uscito il seguito. “Non pubblicheremo più nulla”, mi dissero, “abbiamo venduto meno di un centinaio di copie”. E io rimasi con la storia in sospeso e davvero molto deluso». Dopo qualche tempo durante un viaggio in India, per caso Crida, da un vecchio libraio di strada, intercettò tutti e tre gli episodi del capolavoro di Tolkien. «Dalla gioia mandai perfino un telex a un amico di Torino scrivendo: Gandalf è vivo! – prosegue – Artista: Piero CridaAlla fine degli Anni ’60 ho iniziato poi a lavorare con Rusconi come illustratore e suggerii al direttore responsabile di pubblicare la trilogia. Non era per nulla convinto, bisticciammo perfino. Poi il testo fu sottoposto al giudizio di Elemire Zolla e Quirino Principe, piacque, venne ordinata la traduzione e io mi misi al lavoro sulle copertine». Crida andò a Londra a studiare i disegni di Tolkien e a raccogliere informazioni sull’autore inglese. Poi preparò le prime tavole. «Per scelta mi sono limitato a illustrare i paesaggi – conclude – guardando fuori dalla mia finestra. Su quelle copertine ci sono gli stessi prati e gli stessi alberi che vedo ancora oggi a Graglia. I personaggi ho preferito lasciarli alla fantasia del lettore». Mostra su Piero CridaNegli scorsi mesi, Crida ha fatto le sue prime esposizioni di opere tolkieniane, dal 5 al 7 settembre 2014, nel Castello Svevo di Barletta durante la XXI edizione della Hobbiton – I Regni del Sud (ne abbiamo parlato qui), poi inviando le copertine dei tre volumi tascabili pubblicati da Rusconi nel 1974 alla mostra La Magia dell’Anello, ospitata presso lo WOW – Museo del Fumetto di Milano dal 24 gennaio al 22 marzo 2015 (ne abbiamo parlato qui). Ora, invece, Piero Crida sarà l’unico protagonista di un tour espositivo che girerà lo Stivale, partendo dalla Puglia. Si chiamerà Piero Crida: l’Arte di illustrare J.R.R. Tolkien e svelerà oltre quaranta acquerelli originali realizzati dall’artista torinese, più della metà assolutamente inedite. Evento a LecceLa mostra è promossa dalla neonata associazione Collezionisti Tolkieniani Italiani, in collaborazione con la Tolkieniano Collection. Crida terrà anche alcune conferenze dedicate alla vita e alle opere di Tolkien. La prima occasione per approfondire l’argomento si svolverà il 18 aprile quando Oronzo Cilli interverrà al Lecce Cosplay & Comics. Le prime date confermate per l’esposizione sono presso le Officine Cantelmo in viale Michele de Pietro 12 a Lecce, dal 15 al 22 maggio e il 6 e 7 giugno, presso la Fiera del Levante a Bari durante il WonderCon, l’evento dedicato a videogiochi, fumetti, internet e cinema. Altre città confermate al momento sono Roma, Barletta, Torino e Milano.

Una mostra e tante letture a Messina

Mostre: "Frammenti di Gondolin" a MessinaDopo il successo della scorsa estate al Castello di Bauso viene riproposta la prima mostra tolkieniana a Messina, dedicata alle opere e agli oggetti da collezione di Tolkien. Ha il titolo di Frammenti di Gondolin ed è organizzata dall’Associazione Culturale La Contea, in collaborazione con l’Associazione Iggdrasill e sotto il patrocinio della Biblioteca Regionale Universitaria “Giacomo Longo” di Messina, il cui direttore, Sergio Todesco, ha accolto con grande entusiasmo l’idea di una mostra dedicata al Professore di Oxford e alle sue opere. L’inaugurazione della mostra si è tenuta ieri, 18 marzo 2015, presso la sede della Biblioteca, Via I Settembre 117, a Messina. Sono esposti libri di e su Tolkien, edizioni rare dei romanzi, miniature e oggetti di vario genere attinenti l’universo del Signore degli Anelli e degli altri volumi dell’epopea. Le opere rimarranno esposte fino al 24 marzo 2015. Sarà possibile visitare la Biblioteca Regionale Universitaria dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,30 e il mercoledì dalle 15,30 alle 17,45. Inaugurazione mostra a MessinaInoltre, l’associazione di Messina ha in programma il Tolkien Reading 2015. L’evento, promosso per la prima volta nel 2003 dalla Tolkien Society ha luogo in contemporanea in tutto il mondo, in concomitanza con la data del 25 marzo, giorno in cui tutti gli appassionati lettori ricordano la distruzione dell’Unico Anello. Il suo obiettivo è quello di promuovere la conoscenza e la lettura delle opere tolkieniane nei luoghi di valore culturale e artistico della città. Il tema di quest’anno è «l’amicizia nelle opere di Tolkien». Così il 25 marzo 2015 dalle ore 19:00 alle ore 20:30 presso il pub The Duck, Via E.L. Pellegrino, a Messina, i membri della Contea si riuniranno per una sessione di letture e riflessioni per tutti gli appassionati del Professore di Oxford.

L’INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA A MESSINA

ARTICOLI PRECEDENTI
– La XXI edizione della Hobbiton – I Regni del Sud a Barletta
– Apre la mostra La Magia dell’Anello a Milano

LINK ESTERNI
– Vai al sito ufficiale di Piero Crida
– Vai al sito della mostra su Piero Crida
– Vai al sito della Tolkieniano Collection
– Vai al sito dell’Associazione Collezionisti Tolkieniani Italiani
– Vai al sito dell’Associazione La Contea di Messina
– Vai alla Pagine Facebook de La Contea di Messina

.


 


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.