Tolkien e Don Camillo: un seminario a Modena

Calendario incontri Istituto tomistico di ModenaContinuano a Modena i Tolkien Labs, gli incontri su J.R.R. Tolkien che allo l’intento di creare uno spazio in cui riflettere e comprendere sempre meglio l’opera dello scrittore di Oxford. Sono organizzati, con cadenza mensile, dalla nostra Associazione in e dall’Istituto Filosofico di Studi Tomistici e si tengono, solitamente, in via San Cataldo 97, a Modena, presso la sede dell’istituto. L’ingresso del pubblico è di norma gratuito. Lo spazio web del Laboratorio tolkieniano permanente di Modena permetterà di condividere con tutti gli iscritti i materiali che man mano verrano analizzati nei diversi incontri.

Due autori diversi …

1949 GG in ValtellinaDopo l’incontro di ottobre 2015, relativo a Tolkien e san Tommaso, tenuto da Claudio Testi questa volta verranno confrontati dallo scrivente le opere di Tolkien con quelle di uno degli autori moderni italiani più venduti, tradotti e apprezzati all’estero, martedì 24 novembre 2015 alle ore 20.45: Giovannino Guareschi, principalmente noto per aver creato i personaggi di Peppone e Don Camillo. A una prima sommaria occhiata, i due autori sembrano diversissimi:
Giovannino Guareschi (1908-1968), scrittore, umorista, disegnatore, giornalista e molto altro, è noto principalmente per i racconti della serie Mondo Piccolo raccolti in diversi volumi che hanno avuto grandissimo successo sia in Italia che all’estero, e che di se scriveva: «Io, nel mio vocabolario, avrò sì e no duecento parole, e son le stesse che usavo per raccontare l’avventura del vecchio travolto da un ciclista […]. tumblr_m5oslsxJjc1rso3iso2_1280Quindi niente letteratura o altra mercanzia del genere» e che ha ambientato i suoi racconti nella Bassa Padana, in un «mondo piccolo situato in quella fetta di pianura che sta fra il Po e l’Appennino»;
John Ronald Reuel Tolkien (1892-1973) docente di Anglosassone per oltre 20 anni all’Università di Oxford e specializzato nell’inglese medievale dell’Inghilterra centro-occidentale ma noto principalmente per le opere scritte per passione nel suo tempo libero: lo Hobbit e Il Signore degli Anelli. Ma Tolkien era principalmente un filologo, e sceglieva con grande attenzione le parole con cui descriveva un mondo fantastico (in molti sensi) con draghi feroci, guerrieri coraggiosi, montagne altissime, torri tenebrose, cupe foreste e profonde miniere.

… ma forse non tanto

Guareschi alle Due Torri PolesineNaturalmente non è nei personaggi che cerco una somiglianza tra di loro. Con chi potremmo confrontare il focoso compagno Giuseppe Bottazzi detto Peppone, sindaco fabbro e meccanico? Con Aule il fabbro, potenza angelica che ha formato le catene montuose e forgiati i Nani? O con timido sindaco di Pietraforata Will Pidebianco? Certamente no! E nemmeno nei luoghi descritti: a parte una indubbia somiglianza tra la campagna curata e pacifica degli Hobbit e le campagne emiliane poco altro ci sarebbe.
I temi di contatto sono altri: per esempio l’importanza dell’acqua nelle sue diverse forme. In Tolkien il Vala delle Acque, Ulmo, manda messaggi attraverso il mare, i fiumi e le sorgenti per farsi 3846_piacenza_reti_nel_fiume_poascoltare da chi ha “orecchie buone per intendere” (come direbbe Guareschi) e riceve notizie di ciò che accade nella Terra di Mezzo gravata dall’ombra di Melkor, il primo Signore Oscuro. In Guareschi l’acqua è spesso protagonista (nella foto: Guareschi alle Due Torri Polesine). Abbiamo l’importanza del Grande Fiume – come egli chiama il Po – non solo come protagonista con le sue piene, i suoi gorghi e le sue mattane, ma anche come consigliere e come narratore di storie. Come dice don Camillo al grande fiume, una volta: «O tu che raccogli le voci del monte e del piano.» sussurrò don Camillo «tu che hai visto le angosce dei millenni passati e vedi quelle dei nostri giorni, racconta agli uomini anche questa storia». E altro ancora c’è da dire, e verrà detto in occasione del prossimo Tolkien Lab. Chi vuole saperne di più, venga ai Tolkien Lab.

.

– VAI ALLA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO | ALL’INDICE DEL LIBRO
AL CALL FOR PAPER | ALLE PRESENTAZIONI | ALLE RECENSIONI
Copertina Tolkien e i ClassiciTOLKIEN E I CLASSICI
CuratoriRoberto Arduini, Cecilia Barella, Giampaolo Canzonieri, Claudio A. Testi
Copertina: “Garthol nella terra dell’Arco e dell’Elmo
(Ivan Cavini)
Effatà Editrice (marzo 2015)
Prezzo: ebook 6,99 euro – volume cartaceo 15,00
(a 12,75 con sconto sugli store online).

Sul sito dell’editore, libro + ebook (gratuito) a 15,00 euro
ISBN: 9788869290428

Vai al sito web | Vai al sito di Ibs

.

ARTICOLI PRECEDENTI
– Leggi l’articolo su Nascono i Laboratori tolkieniani
– Leggi l’articolo su Pubblicato Tolkien e i Classici
– Leggi l’articolo su A Modena il 10 marzo ecco Tolkien e Chaucer
– Leggi l’articolo su Il 10 aprile tocca a Tolkien e Dostoevskij
– Leggi l’articolo su Il 7 ottobre Tolkien e San Tommaso
– Leggi l’articolo su Lo Hobbit e Il Milione di Marco Polo

LINK ESTERNI:
– Vai al sito dello Istituto Filosofico di Studi Tomistici
– Vai al sito del Tolkienlab
– vai al sito della casa editrice Marietti 1820

 


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

Leave a Reply

 characters available