Anche Tolkien al Viaggio nel Rinascimento

Ivan CaviniDanza, musica, letteratura e buon cibo saranno protagonisti del Viaggio nel Rinascimento. L’evento, alla sua seconda edizione e organizzato da DanzArte di Brisighella e la sua direttrice artistica Enrica Piancastelli, si svolgerà nel fine settimana dal 2 al 4 dicembre 2016 nel convento Emiliani di Fognano, che per tre giorni farà un viaggio indietro nel tempo per restituire l’atmosfera, la vita, la musica e le danze tipiche del Cinquecento. Fognano si trova sulla strada statale Faenza-Firenze, circa a metà strada tra Ravenna e Firenze. Si può raggiungere anche in treno con la linea Faenza-Firenze.
L’antico convento Emiliani delle Suore Domenicane del SS. Sacramento è un Istituto Emiliani Fognanoistituto per soggiorni e convegni che si trova in via Giovanni Maria Emiliani 54 a Fognano ed è una struttura imponente fondata 194 anni fa, piena di fascino e mistero mistico. Un’oasi di pace immersa in un territorio dolce, alla base delle colline romagnole della vena del gesso, coltivate a viti e ulivi, che fanno da corona al borgo di Fognano nel comune di Brisighella, da cui dista sei chilometri e lontana dal caos della via Emilia.

Tolkien e il Rinascimento

William ShakespeareL’interesse di J.R.R. Tolkien per il Rinascimento e la sua letteratura fu intenso e costante. Molti scrittori inglesi furono oggetto dei sui studi con una predilezione per autori come William Shakespeare, Edmund Spenser, John Milton e altri. Le tematiche che l’autore del Signore degli Anelli indagava e che poi confluirono nelle sue opere furono l’amore e l’amicizia, il bene e il male, la violenza e la nonviolenza e a come la letteratura offre delle forme esemplari di vita attraverso i personaggi. Ma l’interesse per il Rinascimento si è diffuso ancor di più grazie ai romanzi di George R.R. Martin che trasferiscono i torbidi intrighi della Guerra delle Due Rose in un mondo immaginario, e soprattutto grazie a serie tv come Il Trono di Spade e I Medici, che hanno reso familiari molti avvenimenti storici. L’interesse per il Rinascimento è però anche alimentato da sempre da un’intera schiera di romanzi fantasy che, ispirandosi alle opere di Tolkien e al periodo storico, hanno ri-utilizzato le caratteristiche del genere letterario di «cappa e spada» Principesse e cavalieriaggiungendo elementi che non sono mai realmente esistiti: i cavalieri non sono esistiti nel modo in cui sono presenti nell’immaginario comune, sempre armati di tutto punto e in cerca di donzelle da salvare; i castelli, i regni, e le diverse strutture di governo erano molto meno epici e romantici; anche concetti molto semplici come la mobilità sociale e di classe, l’eguaglianza di genere e il ruolo della giustizia – che come tali sono idee radicate nel pubblico moderno -, sono totali anacronismi per il periodo rinascimentale, che in queste cose è erede ancora del Medioevo. Gli emuli di Tolkien hanno contribuito enormemente a questo tipo di idee sbagliate dilagante nell’immaginario comune.

Un viaggio nel Rinascimento

Andrea VitaliProprio per sfatare alcuni dei concetti fantasiosi il Viaggio nel Rinascimento debutterà già dal venerdì 2 dicembre con un incontro col professor Andrea Vitali, storico del simbolismo e dell’iconologia medievale e rinascimentale: «I simboli dei tarocchi alla luce dell’immaginario rinascimentale – fra scala mistica cristiana, culto degli antichi dei, filosofia neoplatonica e condizioni umane». Si potrà così capire come durante tutto il Rinascimento le “Immagini degli Dei Antichi” suscitarono nell’osservatore il ricordo dei miti classici ai quali veniva attribuito un grande valore etico e morale. In quell’epoca nacque il gioco dei Tarocchi: esso riuniva i più augusti rappresentanti del pantheon greco affiancati dalle virtù cristiane, da immagini allegoriche di condizioni umane e dai simboli dei più importanti oggetti celesti. BrisighellaIl sabato 3 e la domenica 4 dicembre (alle ore 17.00 in entrambi i giorni), lo spettacolo di danza L’ordine della Torre e lo Scrigno del Drago, creato dalla direttrice artistica Enrica Piancastelli con testi dello stesso Vitali, sarà il centro sul quale ruoteranno le numerose proposte che aggiungono tante ragioni per partecipare a questo evento. Per tutta la durata della manifestazione, i visitatori potranno passeggiare nel mercato «cum serenitate et bibendum vinum bonum et soave et bibanda calida et dulce…» (che in un latino maccheronico del tardo Quattrocento, ormai corrotto dall’italiano, significa: Brisighella«passeggiare con serenità e bere del buon vino e soave e bevande calde e dolci…»), si potrà «assaporare» la mostra sulla Mensa nel Rinascimento a cura di Valeria Miniati, si potrà assistere alle lezioni di falconeria – che non nacque nel Rinascimento, ma giunse proprio in questo periodo alla sua massima espressione – con Ivano Avoni, falconiere veterinario che spiegherà al pubblico come questa nobile rapace era una sorte di status symbol per l’epoca e come ci si addestra oggi ancora oggi. BrisighellaRitmi furiosi e travolgenti riemergono dai tempi della storia grazie ai Tamburi di Brisighella che insieme con gli Sbandieratori del Rione Rosso di Faenza intratterranno il pubblico nel chiostro del convento, poco prima del balletto che sarà eseguito all’interno della chiesa. Proprio lì, la domenica mattina, suoneranno dal vivo durante la messa solenne un duo di organo e violino e nel pomeriggio (ore 15.00) si potranno ascoltare di nuovo le note del Cinquecento in un concerto per clavicembalo e violino offerto da Chiara Cattani (clavicenbalo) e Roberto Noferini (violino). Non c’è viaggio senza una sosta gastronomica: ecco quindi previsti due sontuosi banchetti per assaporare i sapori del Rinascimento: sabato 3 dicembre, ore 19,00 “Cena della Corte” con il menù di Federico II; domenica 4 dicembre, ore 12,30 “Pranzo delle Dame e Cavalieri” con il menù di Caterina Sforza. Istituto EmilianiI palati più fini assaggeranno i gusti dei secoli XV e XVI attraverso le ricette specifiche recuperate per questa occasione. Per condividere un così speciale ballo dei piatti con la corte dell’Ordine della Torre (20 euro per gli adulti e 10 euro per i bambini sotto i 10 anni) sarà necessario prenotare in anticipo, così come per assistere allo spettacolo di danza (5 euro l’ingresso). Per prenotare: epdanzarte@yahoo.it o chiamando al numero 3389844125. Prenotatevi!!!

La presenza dell’AIST

Lucca Comics 2015: Ivan CaviniIn questo viaggio di tre giorni nel Cinquecento, l’Associazione Italiana Studi Tolkieniani porterà il suo piccolo contributo con uno stand informativo in cui poter conoscere il nostro lavoro. Insieme a noi ci sarà Ivan Cavini. Artista poliedrico, illustratore e scenografo, Cavini ha all’attivo la realizzazione creativa di un museo dedicato a Tolkien, di un drago che vive nel castello di Dozza, ma soprattutto di un percorso personale nel mondo della Terra di Mezzo che lo ha portato a maturare e a scrivere un suo libro, Middle ArtBook – insegnare e costruire la Terra di Mezzo. L’artista sarà presente con una mostra personale e avrà modo di illustrare il calendario 2017 “Lords for the Ring” realizzato dall’Associazione Italiana Studi Tolkieniani col patrocinio di Lucca Comics & Games e che ha riunito un collettivo di sette grandi artisti italiani attivi nel genere fantastico che hanno accettato la sfida di creare un nuovo immaginario visivo del mondo creato da J.R.R. Tolkien. cop_calendario-2017-lords-for-the-ring“Lords for the Ring” – I Maestri del fantasy italiano incontrano Tolkien, che vede protagonisti Paolo Barbieri, Ivan Cavini, Alberto Dal Lago, Edvige Faini, Angelo Montanini, Dany Orizio e Lucio Parrillo. Oltre all’esposizione di alcune opere originali, Cavini firmerà copie del calendario e realizzerà sketch su commissione.

Brochure viaggio nel Rinascimento


Brochure viaggio nel Rinascimento
Brochure viaggio nel Rinascimento

LINK ESTERNI:
– Vai alla Pagina FB di DanzArte, scuola di danza classica e moderna sita in piazzetta Vladimiro Fabbri – 48013, Brisighella (Ra) – cell. 338/9844125, e-mail: epdanzarte@yahoo.it
– Vai al sito dell’Istituto Emiliani


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

2 Comments to “Anche Tolkien al Viaggio nel Rinascimento

  1. Enrica ha detto:

    Mi permetto di chiamarti carissimo Roberto perché nulla di più bello poteva essere scritto.
    Grazie!
    L’unico dispiacere è di non averti con noi in questo viaggio ma sono fiduciosa che ce ne saranno altri insieme..
    Con immenso affetto, stima e gratitudine!
    Enrica

Trackbacks/Pingbacks

  1. Pagina non trovata « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy
  2. Il calendario 2017 è esaurito! Dove trovare le ultime copie « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy
  3. L’autunno dell’AIST: 2 convegni, 2 festival e 2 fiere « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy
  4. Tolkien torna al Viaggio nel Rinascimento « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.