La Desolazione di Smaug: ecco il trailer italiano

Film Lo Hobbit: Evangeline Lilly in TaurielArriva, esattamente sei mesi prima dell’uscita nei cinema, il primo trailer ufficiale in italiano del secondo episodio della trilogia dello Hobbit, La desolazione di Smaug. Il secondo capitolo della trasposizione cinematografica di Peter Jackson, molto liberamente tratto dal romanzo di J.R.R. Tolkien, narra evanti che accadono molti anni prima del  Signore degli Anelli, ma che si collegano inevitabilmente alla Guerra dell’Anello. Dopo il primo poster del film (in realtà un’immagine teaser proprio per lanciare il trailer), si può finalmente dare una prima occhiata alle immagini del secondo capitolo della trilogia di Jackson (lo si può in fondo all’articolo, seguita da una featurette uscita in concomitanza del primo film e resa disponibile poi nelle edizioni home-video). Guardandole, si evince che questo capitolo avrà atmosfere più cupe rispetto al precedente Un Viaggio inaspettato, come d’altronde era accaduto con Le due torri rispetto a La compagnia dell’Anello.

Tanta azione e un nuovo personaggio

Film: Legolas e TaurielProsegue quindi la scelta di Jackson di rendere più epica la storia, prediligendo le scene d’azione e i momenti di scontro, più lontana da quella del libro originale. Lo Hobbit nacque, infatti, dalle storie che Tolkien narrava ai suoi figli, poi rielaborate, usando un linguaggio semplice e descrizioni leggere, pur se con momenti cupi, che ne fanno uno dei classici della letteratura per ragazzi. Dopo il primo capitolo cinematografico della saga (Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato), ritorna Bilbo Baggins (interpretato da Martin Freeman) con Gandalf e la compagnia di Nani in viaggio verso la Montagna Solitaria, dove il drago Smaug (doppiato e “interpretato” da Benedict Cumberbatch) custodisce un enorme tesoro. Il trailer mostra anche le gesta di Legolas (Orlando Bloom) oltre al nuovo personaggio inventata da Jackson e gli sceneggiatori, inesistente nel libro originale, di Tauriel, un’elfa guerriera amica di Legolas e interpretata da Evangeline Lilly (la Kate di Lost). Entertainment Weekly ha anche intervistato l’attrice, che si è lasciata sfuggire che ci sarà una sorta di infatuazione tra lei e Legolas, che si conoscono fin da quando erano bambini. Per il momento non è stato rivelato a che punto si fermerà questo capitolo, l’unica certezza è che Bilbo entrerà nella sala del tesoro. Nel finale del trailer, infatti, appare lo stesso drago Smaug! Il nuovo film di Peter Jackson sarà nei cinema italiani a pratire da giovedì 12 dicembre 2013. Il cast comprende Luke Evans, Martin Freeman, Cate Blanchett, Evangeline Lilly, Richard Armitage, Hugo Weaving, Ian McKellen, Elijah Wood, Christopher Lee, Orlando Bloom, Ian Holm e Andy Serkis.

Qualche differenza con il libro

Film: Radagast e GandalfUna sequenza del trailer mostra Gandalf (Ian McKellen) e Radagast il Bruno (Sylvester McCoy) intenti ad esplorare l’interno di una cripta nella fortezza abbandonata di Dol Guldur nella speranza di risolvere il mistero della lama Morgul avvelenata. «È parte che si trova narrata nelle Appendici che J.R.R. Tolkien ha scritto alla fine del Signore degli Anelli», ha
dettoin proposito il regista, «ed è parte dell’espansione dello Hobbit che stiamo realizzando. Non è nel libro dello Hobbit, ma mira a costruire una storia che segue la trama del Negromante e Dol Guldur… Se vi ricordate Galadriel nello Hobbit: Un viaggio inaspettato stava parlando con Radagast della lama Morgul recuperata da Dol Guldur e ne parla come appartenente al Re Stregone di Angmar, che fu sepolto nelle Colline Alte del Rhudaur (High Fells of Rhudaur) che sono una catena montuosa… Così ne Lo Hobbit – La desolazione di Smaug, Gandalf si reca sulle Colline Alte per scoprire come questa lama possa essere giunta nella Terra di Mezzo. Le Colline Alte sono il luogo in cui vi sono le tombe in cui sono sepolti i Nove Nazgul, cioè gli Spettri dell’Anello», ha concluso. Le Colline Alte del Rhudaur sono quindi un luogo della Terra di Mezzo che esiste solo nei film di Peter Jackson, perché nei libri di Tolkien non sono mai menzionate. L’espediente è servito a Jackson proprio per creare la sottotrama: le Colline Alte sono nominate per la prima volta da Galadriel come il luogo in cui è stato sepolto Lo Hobbit: Smaugil Re Stregone di Angmar (insieme alla sua lama Morgul) dopo che il regno di Angmar fu conquistato. E seguendo questo trailer del secondo capitolo di prossima uscita, Gandalf e Radagast vanno ad indagare proprio sulle alte brughiere, facendo vedere come siano anche il luogo in cui sono stati sepolti gli altri Spettri dell’Anello. I due stregoni scoprono che tutte le cripte sono rotte e aperte dall’interno…
Buona visione!

 


.

GUARDA LA FEATURETTE:

.
Vedi il trailer in italiano dello Hobbit – La Desolazione di Smaug
Altri articoli sui film di Peter Jackson:
Cosa avrebbe pensato Tolkien dei film di Peter Jackson
Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato di Jackson: la rassegna dal mondo
Recensione positiva dell’ArsT dello Hobbit – Un viaggio inaspettato
Recensione negativa dell’ArsT dello Hobbit – Un viaggio inaspettato
Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato, secondo Tom Shippey
Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato, secondo Franco Manni

.


 


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

8 Comments to “La Desolazione di Smaug: ecco il trailer italiano”

  1. JJ ha detto:

    Tanta carne al fuoco, per i puristi probabilmente pure troppa! Spero però in una realizzazione all’altezza del buon nome di Jackson.

  2. Daniele Pietro Ercoli SDB ha detto:

    Re Stregone di Angmar… sepolto?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!

  3. Norbert ha detto:

    Daniele, già lo accennavano nel primo film alla tomba del re Stregone. Come ben sai Tolkien definisce il re Stregone undead.

    Per cui o PJ lo ha seppellito vivo, oppure se n’è bellamente fregato.

    Come commentavo qui http://www.jrrtolkien.it/2012/12/22/il-film-di-peter-jackson-larst-quanto-e-brutto/ riguardo a ‘re Elrond’ “Vuolsi così colà dove si puote / ciò che si vuole, e più non dimandare (Dante)”

    Evidentemente PJ puote
    😉

    PS
    Si, mi son scordato di sbertucciarlo anche per la tomba del Re Stregone
    Mea culpa, mea culpa …
    🙂

  4. Norbert ha detto:

    Ok ho visto il trailer – direi che dobbiamo aspettarci tamarrate elfiche e tamarrate naniche

    DefCon 2! (e sono buono)

  5. Francesco ha detto:

    Ma nella scena del Bianco Consiglio viene detto che il Re Stregone fu sepolto (e con lui gli altri otto nazgul, stando alle scene del teaser e del preview) nel Rhudaur…non c’è nessun riferimento nel film alle Colline Alte

    • redazione ha detto:

      Nell’originale inglese, durante il Consiglio, quando viene mostrata la lama Morgul, la frase di Galadriel è la seguente: «Made for the Witch-king of Angmar and buried with him. When Angmar fell, the Men of the North took his body and all that he possessed and sealed it within the High Fells of Rhudaur. Deep within the rock, they buried him. In a tomb so dark… it would never come to light».
      In italiano suona diversamente: «Fatta per il Re degli Stregoni di Angmar, e… sepolta con lui. Quando Angmar cadde, gli uomini del Nord sigillarono il suo corpo e quanto lui possedeva nelle colline di Rhudaur. Nella profondità della roccia lo seppellirono. In una tomba così oscura che non sarebbe mai venuta alla luce».
      Quindi, fu seppellito (vivo o morto che fosse!) e nelle “High Fells of Rhudaur”.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Nove ore speciali nella versione estesa dello Hobbit « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  2. Lo Hobbit, cresce la febbreOnline il nuovo trailer « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.