Tolkien a Dozza, dal 15/6 la mostra sui Draghi

Dozza: uovo di dragoEccolo lì, un enorme drago di un rosso sfumato d’oro, profondamente addormentato; dalle sue fauci e dalle narici usciva solo un borbottio accompagnato da sbuffi di fumo, perché quando dormiva le sue fiamme erano basse. […] Dire che a Bilbo si mozzò il fiato non rende affatto l’idea.” (Lo Hobbit annotato, Notizie dall’interno).
I draghi vi aspettano a Dozza, in provincia di Bologna: sabato 15 giugno verrà inaugurata la mostra Draghi Dracones Dracarys! I draghi tra letteratura e folclore. Ad ospitare la mostra sarà proprio il Centro Studi – la Tana del Drago, nella sua galleria d’arte allestita al primo piano del civico 2 in via xx settembre. L’appuntamento è alle ore 18:00, e le opere, ispirate ad ogni forma che il drago abbia mai assunto, resteranno in esposizione fino al 27 ottobre 2019.
Letteratura e folclore, Occidente ed Oriente, antichità e modernità: non c’è confine che il drago non abbia valicato, creatura sovrana nella foresta delle leggende. Il centro studi vi attende per esplorare la lunga ed articolata storia di uno dei più grandi miti che abbiano mai abitato la mente umana, plasmato e rimodellato innumerevoli volte dal fuoco inestinguibile della fantasia e forgiatore di racconti e meraviglie senza fine.

Il Drago in mostra

Draghi, Dracones, Dracarys - locandinaDa Fáfnir e Níðhǫggr, i draghi della mitologia germanica tra i più famosi della loro specie il cui nome è sopravvissuto per secoli, a Glaurung il Grande Verme di Angband, primo Drago creato da Morgoth, e Smaug, Principale e Massima Calamità della Terza Era, nati dalla penna impareggiabile di J.R.R. Tolkien; da Drogon, Viserion e Rhaegal, i tre figli della Madre dei Draghi Daenerys Targaryen della popolarissima saga di George R.R. Martin alla leggenda di San Giorgio e il drago, rappresentata dai più grandi artisti di tutta Europa, fino ad arrivare al qui e ora, a Fyrstan, il drago che riposa nella torre della rocca sforzesca di Dozza, e si risveglia ogni due anni in occasione della Biennale d’arte del fantastico, Fantastika.
È il viaggio di un’idea, nelle sue innumerevoli incarnazioni, da quelle più spaventose a quelle più affascinanti, che è non solo sopravvissuta, ma cresciuta in secoli di storie, tramandate per via orale nei racconti accanto al fuoco o impresse sulla carta per essere scoperte nella beata solitudine della lettura. Il viaggio di una creatura terribile e meravigliosa: non c’è altro modo per descrivere il Drago.
La mostra proporrà al pubblico le opere originali di tre artisti italiani: Livia De Simone, Davide Frisoni e Davide Romanini.

Draghi. Non sono spariti, dal momento che sono stati attivi in tempi molto più recenti e vicini ai nostri. Ho forse scritto qualcosa che suggerisca la fine definitiva dei draghi? Se è così, devo cambiarlo.
(Lettera 144, a Naomi Mitchison, 25 aprile 1954)

Gli artisti

Livia De SimoneLivia De Simone ha frequentato il liceo artistico e in seguito la facoltà di Architettura di Roma “La Sapienza”: dopo una prima serie di esperienze in campo architettonico e grafico, dal 2010 diventa illustratrice freelance, prediligendo le tecniche digitali, ma padroneggiando anche quelle più tradizionali. Amante del fantasy, ha realizzato copertine e illustrazioni per diversi romanzi e racconti, quali: Le Figlie di Ananke, Nuova Terra, Nuova Vita, Tiger Fighters di Dilhani Heemba, Il Segreto dell’Ordine di Monique Scisci, la saga Pactum Vampiri di Barbara Riboni, Lo spirito dei ghiacci di Chiara Panzuti. Nel 2014 vince un concorso della casa editrice Dunwich Edizioni, con la quale comincia a collaborare. L’anno seguente realizza alcune illustrazioni per la scrittrice Francesca Pace, e successivamente inizia a collaborare con la DZ Edizioni, associazione culturale e casa editrice fondata dalla stessa Francesca Pace. Dal 2015 realizza copertine fantasy per la casa editrice Astro (Il Male degli Avi di Giorgia Staiano, Dream Hunters. Il ponte Illusorio di Myriam Benothman, Il Segno della Tempesta di Francesca Noto). Nel 2016 realizza la prima pubblicazione personale, Imaginarium, al quale è seguito nel 2018 Dei del Nord. I Signori dei Nove Mondi, coi testi di Alessandro Fusco.

Davide FrisoniDavide Frisoni si è diplomato al Liceo Artistico di Rimini e ha successivamente frequentato l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Le sue opere sono presenti in molti musei, collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero. Finalista di numerosi premi internazionali, ha preso parte a moltissime mostre: “Views” alla Sharon Gallery di San Diego in California (2003), la Biennale di Lucca (2007), Art Basel Miami (2010), la Biennale di Venezia, la Bosphorus Sanat Gazetesi Venedik 2015 Bienali a Istanbul (2015), la Biennale del Disegno di Rimini (2018) solo per citarne alcune. Tante anche le mostre personali: da “Truckers” del 2010 a “Memoria e Desiderio” – Casa Mazzanti Art Caffè – a cura di Roberta Tosi, Verona 2017.
Oltre che illustratore, spaziando in varie tematiche, Frisoni lavora anche come Concept Artist, Character Designer, e nella realizzazione di Landscape Concept.

Fantastika 2018 - Davide RomaniniDavide Romanini è grafico e illustratore. Dal 2016 realizza copertine per la casa editrice Eclypsed Word, ed è inoltre autore del webcomic ManBornAgain. Dagli inizi del 2019 pubblica come autore la serie a fumetti What’s not Here? per la casa editrice Astromica. Collabora con il Centro Studi “La Tana del Drago” di Dozza ed è di graphic designer del progetto Lords for the Ring – Tolkien Art Calendar, realizzato da Eterea Edizioni in collaborazione con Lucca Comics & Games. In collaborazione con Cristiana Caria è stato l’illustratore per Le 22 Lettere della Creazione e Le 72 Carte degli Angeli.

La mostra è patrocinata dal Comune di Dozza, con la collaborazione della Fondazione Dozza Città d’Arte.

ARTICOLI PRECEDENTI:
– Leggi l’articolo Due classi alla scoperta dei draghi
– Leggi l’articolo Draghi e Magici Anelli, la mostra di Manfredi
– Leggi l’articolo FantastikA, in mostra le fiabe nere di Bessoni
– Leggi l’articolo I Maestri del Fantasy in mostra a Dozza
– Leggi l’articolo I Draghi e il fantastico in Emilia Romagna
– Leggi l’articolo A Dozza nasce un drago: a FantastikA il 24-25/9

LINK ESTERNI:
– Vai alla pagina facebook Centro Studi – la Tana del Drago
– Vai al sito di Livia De Simone
– Vai alla pagina artstation di Davide Frisoni, FRIBA ART
– Vai alla pagina facebook di Davide Romanini, The Crocodileye
– Vai alla pagina facebook Lords for the Ring – Tolkien Art Calendar
– Vai alla pagina facebook del drago Fyrstan
– Vai al sito ufficiale di Fantastika
– Vai al sito della Fondazione Dozza Città d’Arte

.



Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

Trackbacks/Pingbacks

  1. Giugno 2019: ecco dove troverete l’AIST! « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy

Leave a Reply

 characters available