Marietti pubblica “Tolkien e la filosofia”

Copertina libro "Tolkien e la filosofia" della casa editrice Marietti 1820Chi ben semina, ben raccoglie. Dopo otto volumi pubblicati nell’arco di cinque anni, la collaborazione dell’Associazione romana di studi Tolkieniani con la casa editrice  Marietti 1820 entra nel vivo. La collana Tolkien e dintorni è ormai matura e soprattutto inizia ad avere una sua personalità. E a dire la sua sulle cose. Poco più di un anno fa lIstituto Filosofico di Studi Tomistici, in collaborazione con l’ArsT, ha organizzato a Modena il 22 maggio 2010 un convegno che ha visto per la prima volta in Italia i più importanti studiosi tolkieniani a livello internazionale. È stata l’occasione, e ne abbiamo parlato qui, per discutere del rapporto tra l’autore del Signore degli Anelli con il pensiero filosofico occidentale. I più affermati studiosi di Tolkien, sia a livello internazionale (Tom Shippey, Verlyn Flieger, Christopher Garbowski) che italiano (Franco Manni, Andrea Monda, Wu Ming 4) hanno affrontato questa tematica che non era stata ancora studiata con quel rigore “filologico” e quella conoscenza testuale oggi necessari per evitare di applicare all’opera tolkieniana un apparato concettuale che, anziché valorizzarla, rischia di farne smarrire il senso profondo e l’autentica bellezza.

Gli Atti del convegno

Convegno "Tolkien e la filosofia": presentazioneDopo che il Gruppo di studio su Morte e immortalità in J.R.R. Tolkien ha portato in frutto il libro La Falce Spezzata, è nato Tolkien e la Filosofia, nuovo volume della collana della Marietti, che così raccoglie gli atti di quel convegno, a tutti gli effetti memorabile, sia come partecipazione di pubblico che come qualità dei dibattiti. I contributi, pur nell’indiscusso spessore dei contenuti, sono tuttavia scritti con un linguaggio non tecnico ed estremamente divulgativo, proprio perché l’origine sono le relazioni tenute a Modena il 22 maggio 2010 per un pubblico formato per lo più da appassionati della Terra-di-mezzo.
Il volume si apre con il serrato dibattito Tolkien tra Filosofia e Filologia, che ha visto confrontarsi il “filosofo” Franco Manni e il “filologo” Tom Shippey: sono queste alcune tra le pagine più importanti mai scritte sul tema. Segue il contributo di Verlyn Flieger sulla Filosofia tolkieniana del tempo e del
linguaggio
che, con una chiarezza ed “essenzialità” proprie di chi è davvero un “maestro” nel suo ambito, spiega le complesse relazioni fra linguaggio, mitologia e temporalità negli scritti di Tolkien. Pregevole è poi il contributo di Christopher Garbowski su Filosofia e teologia tolkieniana della morte, un tema particolarmente importante e che per questo è già stato oggetto della Falce spezzata. Una breve appendice contiene alcuni documenti inediti relativi alla formazione culturale che Tolkien ha avuto nella King Edward’s School durante il periodo liceale.

Uno scontro “epico”

Un momento del convegno di ModenaDi non minor conto è il confronto tutto italiano tra Andrea Monda e Wu Ming 4 sulla domanda Tolkien pensatore cattolico?, questione qui affrontata per l’ultima volta dopo un confronto anche in rete un po’ di tempo fa. Il tema ha anche portato a una recensione di un quotidiano, in cui si sottolinea come in sintesi, secondo Wu Ming 4, Tolkien «non fece teologia attraverso la narrazione, non compose un’allegoria cristiana, men che meno mascherò l’etica cattolica sotto le sembianze del romanzo epico d’avventura». I suoi personaggi «si collocano in una zona franca non più pagana e non ancora cristiana, ovvero dialogano con entrambi gli universi e, di conseguenza, anche con la modernità post-cristiana». Frodo, Aragorn e Gandalf sarebbero dunque «pagani virtuosi» e non cristiani. Monda, a sua volta, punta tutto sul ruolo degli Hobbit: i mezz’uomini della Contea sono «agenti del paradosso evangelico». Così, l’intensità del dibattito tra i due contendenti, pur unita a un profondo e reciproco rispetto, trapela sicuramente dal saggio pubblicato, che vuole anche mettere la parola “fine” su una questione ormai troppo dibattuta.

.

.


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

4 Comments to “Marietti pubblica “Tolkien e la filosofia””

  1. annamaria ha detto:

    Questo volume sembra veramente affascinante, non vedo l’ora di leggerlo. Anche se, come al solito, sono profondamente in disaccordo con Wu Ming 4.

  2. Norbert ha detto:

    Wow, finalmente gli atti del convegno.

    Bellissimo convegno.
    Quanti ricordi …

  3. Claudia ha detto:

    Bene, penso che il prossimo auto-regalo natalizio sia già deciso… 😛

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.