Il Silmarillion di Tolkien secondo Peter Jackson

Peter Jackson SilmarillionSe ne è parlato e se ne parlerà ancora molto nonostante ciò che afferma il regista neozelandese. Ma a quanto pare il suo diniego non dipende dal fatto di non voler girare il film, ma tutto dipende solo da una questione di diritti della Tolkien Estate sugli scritti del Professore. C’è da considerare il veto assoluto che Christopher Tolkien ha impresso su questo libro, aborrendo le trasposizioni cinematografiche del buon Peter. Ora esce un’intervista su Collider a Peter Jackson, a pochi giorni dal Comic-Con di Los Angeles, in cui tra le molte domande, il regista si è soffermato sulla possibilità, dopo Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli, di poter fare un film anche sul Silmarillion.

L’intervista a Jackson

Libri: The Silmarillion«Non vi è alcun piano per te o chiunque altro per affrontare Il Silmarillion, di J.R.R. Tolkien?», ha chiesto speranzoso l’intervistatore. «Che ne dite di farlo?», risponde il regista neozelandese, «Alla fine degli anni ’60, Tolkien vendette i diritti cinematografici per Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli, ma Il Silmarillion non era ancora finito. È stato scritto solo in parte da lui. Dopo la sua morte, fu finito e pubblicato da suo figlio Christopher. Così, i diritti cinematografici per Il Silmarillion non sono mai stati venduti e gli eredi non sembra abbiano alcun interesse a discutere dei diritti cinematografici con nessuno. Questa è attualmente la situazione». Quindi parrebbe, la voglia del regista ci sarebbe pure, è la disponibilità che non c’è. Peter Jackson in passato ha più volte ribadito la sua disponibilità spiegando meglio la situazione. In altre interviste, a una domanda se volesse girare un film basato sul Silmarillion, la risposta del regista neozelandese è stata: «Credo che le possibilità che io viva fino ad avere 110 anni siano molto remote, in quanto i diritti per Il Silmarillion, a differenza di quelli del Signore degli Anelli e dello Hobbit, sono detenuti dalla famiglia Tolkien, a cui i film di Jackson non piacciono per nulla. «Non credo che la Tolkien Estate ami i miei film», ha detto il regista in riferimento alla trilogia del Signore degli Anelli. Peter Jackson ComicConPer occuparmi del Silmarillion dovrei aspettare che scadano i diritti che loro detengono, ma si tratta di un periodo piuttosto lungo!». «Non penso che Il Silmarillion andrà da qualche parte per un bel po’ di tempo… », ha continuato Jackson, «A differenza de Lo Hobbit e del Signore degli Anelli, i diritti del Silmarillion, appartengono ancora agli eredi di Tolkien. Se gli eredi e gli studi cinematografici dovessero mai far pace, il film potrebbe diventare realtà, ma ciò non sembra davvero possibile».

Tolkien Estate, attori e pesci d’aprile

Christopher TolkienPrima dell’uscita de Lo Hobbit e dopo anni di silenzio, Christopher Tolkien ha rilasciato un’intervista a Le Monde senza risparmiare critiche sugli adattamenti di Jackson della trilogia de Il Signore degli Anelli. Alla domanda se volesse incontrare il regista, Tolkien rispose all’intervistatore: «Hanno distrutto il libro, rendendolo un action movie per 15-25enni. E sembra che Lo Hobbit sarà dello stesso stampo. Tolkien è stato divorato dalla sua popolarità e assorbito dall’assurdità del tempo. C’è un divario vertiginoso, quasi un abisso, che si è aperto ormai tra gli scritti di mio padre e il loro enorme successo commerciale, in cui non mi riconosco più. Si è formato attorno all’opera di Tolkien una sorta di universo parallelo: è un mondo scintillante fatto di immagini, gadget, figurine, magliette, giochi da tavolo, che in parte mascherano o travisano lo scritto originale e lo rendono ormai un culto più che un romanzo serio. Il divario tra la bellezza e la serietà del lavoro di mio padre e ciò che è diventato è aldilà di me. Questo livello di marketing riduce a niente l’estetica e il significato filosofico di questo lavoro». Un patrimonio che è stato il lavoro di una vita da parte di Christopher Tolkien, ma che è da alcuni anni è diventata anche la fonte di una certa «disperazione intellettuale». Attori: James MCavoyAnche se la critica specializzata ha criticato fortemente i film di Jackson, le opere hanno avuto il successo del pubblico al botteghino. E, come previsto, le voci di un possibile film basato sul Silmarillion non sono irragionevoli. La major Usa MGM sta vivendo un momento economico difficile e sembra che la Terra di Mezzo possa essere un modo per uscire dalla crisi. Inoltre, nonostante il fatto che Jackson e la New Line o la Warner Bros non hanno annunciato alcun progetto di un’altra trilogia sull’opera postuma di Tolkien, ci sono già attori che si candidano a far parte dei futuri film. È il caso del britannico James McAvoy (tra i suoi ultimi film c’è X-Men: First Class) che ha fatto una dichiarazioni sorprendenti: «Mi piacerebbe interpretare Gandalf… nel prossimo Silmarillion! Si tratta di una raccolta di poesie e canzoni che tracciano la storia antica della Terra di Mezzo di Tolkien». «Il mio vero spirito da fan è venuto alla ribalta, ma sono storie molto, molto belle. In parte riguarda anche l’origine di Gandalf, o Mithrandir, o Stormcrow, o uno dei suoi molti nomi. In ogni caso, forse è l’unico che mi piacerebbe interpretare!», ha detto McAvoy alla rivista Total Film. L’attore, quindi, si candida a incarnare la versione più giovane di Gandalf, che negli adattamenti realizzati è interpretato da Sir Ian McKellen. E alla fine, ammette: «Io non sono troppo familiarità con il libro, ma mi aspetto che lo studio lo prenda in considerazione trasformandolo in una terza trilogia». Silmarillion Script Easter EggIl tema è talmente discusso dagli appassionati di Tolkien che lo stesso Jackson ha voluto scherzarci su realizzando un divertente pesce d’aprile. Rilasciando un video sul suo canale di Youtube del tutto simile a quelli girati per Lo Hobbit: la Desolazione di Smaug, in cui però erano inserite due scene particolari: una in cui fa vedere la sceneggiatura dell’Episodio VIII di Star Wars, tirata fuori da un cassetto, ma soprattutto un’altra in cui, in una panoramica generale di alcuni scaffali, in cui compare un presunto script del Silmarillion, così, come nulla fosse. Non è semplice scovare queste chicche: la sceneggiatura del Silmarillion (divisa in sei volumi!) è su uno scaffale assieme ad altri faldoni, al minuto 2:39. Naturalmente, il giorno dopo lo scherzo è stato svelato!

(Gran parte dell’articolo è frutto della preziosa traduzione
di Daniela Mastroddi, che ringraziamo per il lavoro)

GUARDA IL VIDEO

ARTICOLI PRECEDENTI
– Vai all’articolo su Jackson e il Silmarillion: perché non lo farà?
– Vai all’articolo su Ecco come Christopher pubblicò il Silmarillion
– Vai all’articolo sull’intervento di Jackson al Comic-Con di San Diego
– Vai all’articolo sull’intervista di Christopher Tolkien a Le Monde
– Vai all’articolo sulle slot machine online
– Vai all’articolo sul ricorso della Tolkien Estate

SPECIALE LO HOBBIT – LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE
– Vai all’articolo Peter Jackson cambia titolo allo Hobbit 3: sarà la “Battaglia delle 5 armate”
– Vai all’articolo Battaglia delle 5 armate: diffuso il nuovo trailer
– Vai all’articolo E dopo Lo Hobbit 3? Ecco idee per Jackson

SPECIALE LO HOBBIT – LA DESOLAZIONE DI SMAUG
– Vai alla recensione di Alberto Crespi: «Che furore il drago!»
– Vai all’articolo Jared Olar: «I film di Peter Jackson? Io preferisco Tolkien»
– Vai all’articolo Jackson e il Silmarillion: perché non lo farà?
– Vai all’articolo Esce Lo Hobbit 2! Le scelte di Jackson
– Vai all’articolo Cosa avrebbe pensato Tolkien dei film di Jackson

SPECIALE LO HOBBIT – UN VIAGGIO INASPETTATO
Recensione positiva dei soci dell’ArsT
Recensione negativa dei soci dell’ArsT
Il film di Jackson, secondo Tom Shippey
Il film di Jackson, secondo Franco Manni
– Vai a Lo Hobbit di Jackson: la rassegna dal mondo

SPECIALE IL SIGNORE DEGLI ANELLI
– Vai alla pagina sul Signore degli Anelli di Peter Jackson
– Vai alla recensione de La Compagnia dell’Anello
– Vai alla recensione de Le due Torri
– Vai alla recensione de Il ritorno del Re

LINK ESTERNI
– Vai al Blog di Peter Jackson
– Vai alla pagina Youtube di Peter Jackson
– Vai alla pagina Facebook di Peter Jackson

.


 


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

6 Comments to “Il Silmarillion di Tolkien secondo Peter Jackson”

  1. Davide ha detto:

    Curioso che James McAvoy voglia interpretare il giovane Gandalf/Ian McKellen e che invece nell’ultimo film degli X-Men non interpreti il giovane Magneto (sempre interpretato da McKellen) ma la sua controparte Charles Xavier.. Cortocircuito Nerd 😀

  2. Claudio ha detto:

    A parte qualche svista grammaticale, non capisco come ci si ostini a parlare ancora di una possibile versione cinematografica del Silmarillion. E per fortuna – visto quanto è stato fatto da Jackson con la Desolazione di Smaug…

  3. Marco Barreca ha detto:

    Ok allora, pur considerando il Silmarillion come intoccabile, cosa che ormai è certa, non capisco quale sia il problema: sia Tolkien che Jackson hanno realizzato lavori impressionanti. L’uno ha scritto un capolavoro letterario che verrà certamente ricordato per molto molto tempo, l’altro li ha trasformati in opere cinematografiche grandiose. Io sono un fan sia dello scrittore che del regista e credo che se libro e film coincidano perfettamente venga tolto il piacere di leggere o guardare il film. Infatti, da fan, ho trovato parecchio interessante leggere il libro, guardare i film e trovare ogni differenza. Prendiamo in considerazione un altro film “Il grande Gatsby”. Se lo si guarda e poi si legge il libro si evince un’opera sempre molto bella, ma piatta e congruente in ogni punto. In questo modo senza alcuna differenza, che piacere ci sarebbe a leggere il libro oppure a guardare il film? Inoltre sono del parere che l’opinione della Tolkien Estate sia messa in secondo piano rispetto a quella che ha l’intera popolazione mondiale nei confronti dei film di Peter Jackson.
    Ovviamente questa è una mia considerazione…

  4. Ferdinando ha detto:

    Non ritengo giusto che l’opinione di un singolo, benché un grande scrittore(come il padre) e grande studioso delle opere tolkeniane, possa bloccare il desiderio di tante persone. Su questo credo che molti non lo perdoneranno, certamente. Capisco tutto: delusione, rabbia, o quant’altro. Ma ci sono milioni di persone che vorrebbero vedere il Silmarillion al cinema: loro non contano?

  5. Jobim ha detto:

    In effetti non si puo che dar ragione a Christopher Tolkien.
    Dopo aver letto il libro Hobbit il film mi ha deluso completamente.
    Un film d’azione e di violenza fatto per incassare!
    Invece il libro è un capolavoro.
    Peter Jackson rovinerebbe anche il Silmarillion.. non c’è dubbio

  6. Babs ha detto:

    Non ho letto il Silmarillion, ma da opinioni sentite in giro sembra essere un libro molto descrittivo sulle varie razze, costumi ed eventi legati alla Storia della Terra di Mezzo. Forse non c è materiale per una trama e da questo punto di vista capisco perfettamente le ragioni dei familiari di Tolkien. Piuttosto che inventarsi delle storie non esistenti nell’opera originale, come è stato fatto nella trilogia dello Hobbit, meglio non realizzare alcun film. È vero che Hollywood ha trasformato l’esalogia di Tolkien in una serie di film ad uso e consumo di un pubblico giovanissimo, trasformando alcuni personaggi. Soprattutto la trilogia de lo Hobbit è abbastanza discutibile: hanno fatto un utilizzo eccessivo della computer graphic e in pratica hanno trasformato il racconto in un enorme videogame. D’altra parte però, il figlio di Tolkien, dovrebbe comprendere che moltissime persone hanno acquistato i romanzi del padre dopo aver visto il film di Peter Jackson. Sarebbe interessante se Christopher Tolkien concedesse i diritti del libro al regista Guillermo Del Toro, ho visto e rivisto il suo film il Labirinto del fauno, e mi è sembrato molto poetico e toccante, oltre che straordinariamente visionario . Forse questo regista, più introspettivo e meno spettacolare, sarebbe più adatto.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Diffuso il trailer della Battaglia delle Cinque Armate « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  2. I film e la desolazione dello Smaug mutante « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  3. Lo Hobbit, i dvd estesi: scarica qui la guida « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  4. Lo Hobbit, #NotOneLastTime: il viaggio continua con i libri « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  5. Il Silmarillion come trilogia cinematografica « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy
  6. Su Sky un canale dedicato al Signore degli Anelli « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy
  7. Il Silmarillion compie quarant’anni! « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.