Il film di Peter Jackson? L’ArsT: quanto è brutto!

Peter Jackson - titolo bruttoÈ uscito il film di Peter Jackson. E tutti noi lo abbiamo visto. Come nelle migliori famiglie, ci siamo seduti intorno a un tavolo, tra una pinta di birra e una fumata di pipa, ognuno ha detto la sua opinione. Come i Nani con le stoviglia nella casa di Bilbo Baggins, gli entusiasti si sono contrapposti ai contrari per tutto il tempo, dandosele di santa ragione! Come è giusto che sia, riportiamo alcuni dei pareri della serata. Se cercate una recensione ragionata, serena e obiettiva del film di PJ avete sbagliato posto. Qui mi tolgo tutti i sassolini che mi ha messo nella scarpa il film. Se avete fretta, in fondo, sotto le note, c’è il giudizio sintetico. Se volete leggere i giudizi positivi sul film, andate qui. Non leggete il resto di quest’articolo se non avete ancora visto il film!

Lo Hobbit visto da un integralista

Peter Jackson sul set di Hobbiton (Matamata - Nuova Zelanda)Peter Jackson mi ha stupito. Mi ha preso in contropiede. Ha fatto delle immani cazzate dove la via a me sembrava più semplice e lineare e fool-proof, mentre talaltra ha fatto (poche) modifiche secondo me condivisibili. Ma andiamo con ordine e partiamo dall’inizio:
Prologo: Serse, il re dei Nani, cresciuto in superbia, vuole che tutti si presentino a lui per riverirlo. Appare Thranduil in vista di Erebor in groppa a una renna (*1*) al comando di una schiera di Elfi, ma non ricorda perché mai sia li e torna a casa con tutti gli Elfi. Forse perché gli pareva brutto disturbare mentre i Nani stavano ricevendo la visita di un drago. Riceve una paga spropositata per questo cameo, e ciò suscita il rancore dei Nani, che per una cifra minore debbon fare tutto il film. E la scena passa a Hobbiton, ove Bilbo sta scrivendo il suo diario per Frodo – parte che trovo del tutto inutile. O forse dannosa perché rafforza l’effetto “prequel”. Ma proseguiamo. Gustosa l’apparizione dei Nani, malgrado siano rappresentati – spiace dirlo – cafoni non poco. Elliott Gould in M.A.S.H.Thorin a me fa sempre venire in mente Sandokan, mentre Bofur, il Nano col cappello con paraorecchie, sembra Elliot Gould nel film “M.A.S.H.” Sulla permanenza a casa Baggins poco ho da dire. Finalmente i Nani con Bilbo e Gandalf si muovono da casa Baggins… e siamo a metà film. Un capitolo del libro, mezzo film!
Dopo aver fatto un po’ di strada i nostri eroi incontrare i Troll – PJ fa delle modifiche abbastanza ampie ma, per il mio gusto, condivisibili. Che sia Bilbo a “intortare” i Troll fino all’alba per me è grave soltanto perché Bilbo dovrebbe essere ancora il cinquantenne imbranato che ben conosciamo. Ma PJ ha deciso che Bilbo deve essere un eroe da subito, e PJ è uomo d’onore…
E qui, o forse prima dei Troll (
non rammento) c’è un cameo di Radagast, che su Endor imperversa su una slitta trainata da conigli. Non ci sono (ancora?) gli ewoks sulla luna boscosa. ma malefiche creature con lunghe zampe – no, non gli at-at imperiali – ma dei ragni giganti.
Autogatto e MototopoMa andiamo avanti: i nostri, come sa ogni buon lettore di Tolkien, passati i Troll puntano ora su Rivendell. E anche nel film. Ma non nella maniera barbosa e banale del libro, ma in maniera molto più dinamica. Vengono raggiunti da Radagast “lo Stravolto” (in tanti sensi), e poi vengono attaccati da mannari cavalcati da goblin. Così, tanto per far casino! Per distrarre i mannari Radagast decide di fare da esca, contando nella rapidità dei suoi conigli (*2*). E questa è secondo me la parte più brutta del film, con Radagast (e mannari al seguito) che sfrecciano da una parte all’altra dello schermo – ricordandomi Autogatto e Mototopo – mentre gli altri cercano di svignarsela “zitt, zitt”, come Lupo Alberto. Fallendo miseramente. E quando i nostri eroi sembrano essere con le spalle al muro di fronte a preponderanti forze nemiche, PJ gioca un asso nella manica e sfodera il settimo cavalleggeri, che stermina Orchi & mannari salvando i nostri eroi. Ma, essendo cavalleggeri Elfi, non suonano con la tromba la carica che abbiamo udito in tanti film western. Peccato! La compagnia arriva a Rivendell e i Nani si arroccano in una sorta di “testuggine” circolare, mentre dei cavalieri li cirondano, girandogli intorno in due anelli concentrici e controrotanti. «È arrivato il circo Togni!», penso. Ma no, non è il circo, è re Elrond (*3*). PJ, oltre a inserire il circo e incoronare Elrond, elimina gli Elfi «sciocchi e canterini» – e ammetto che quest’ultima cosa non mi dispiace affatto.
Segue Bianco Consiglio. Galadriel in blu sembra veramente la Madonna, ma è bellissima e va bene così. Eccepisco (a parte Saruman con capelli lisci e barba crespa) che Gandalf avrebbe scelto Bilbo perché «gli fa coraggio». Non ho un malore solo perché questo abominio l’ho già visto nei trailer e son rassegnato. Ma il viaggio prosegue e i nostri si imbattono nei “giganti di pietra” – se PJ gli avesse solo fatto tirare pietre secondo me sarebbe stato il massimo. Invece no.
Film: Indiana Jones e il tempio maledettoE s’arriva ai Goblin sottoterra. Io già mi pregustavo claustrofobiche scene alla Alien; ma questo è un film treddì, per cui gli spazi sotterranei sono amplissimi (come già a Erebor) e qui intersecati da ponticelli di legno e corda. I nostri son portati davanti a un grande Goblin orrido ma con una dizione splendida che li interroga e li minaccia. Ma, grazie a Gandalf, si liberano e fuggono uccidendo orchi a decinaia, facendo l’occhiolino a Indiana Jones e a Frankenstein junior (potrebbe andar peggio …). Altra scena utile solo al treddì. Intanto Bilbo s’è smarrito, e l’incontra Gollum (mancano 4 indovinelli – PJ li metterà nella versione estesa?). Splendido. Vale l’intero film.
Hobbit e nani fuggono dalle miniere e vengono affrontati da Azog (*4*) l’Orco pallido (*5*) con arto artificiale (*6*), in groppa a “Mastro di Chiavi” insieme ad altri orchi&mannari. Gozer il gozoriano da "Gostbuster"Mentre i nostri sono tutti su un albero per sfuggire ai mannari (gli altri alberi son stati abbattuti a morsi e spallate da “Guardia di Porta” e dai suoi accoliti) sbeffeggiati da Azog, Sandokan parte alla riscossa, brandendo un’arma nella destra e, a sinistra, un ramo di quercia impugnato come un tonfa. E viene messo prontamente ko da Azog dal cucchiaio in titanio. Ed ecco arrivare il fido Yanez a salvare Sand .. ahem ecco accorrere Bilbo a salvare Thorin (*7*). Ma nemmeno Bilbo, benché aiutato dalle pigne al napalm di Gandalf (*8*), può farcela. In quella arrivarno le aquile a salvare i nostri e a uccidere molti warg – chissà come si adirerà Gozer il Gozeriano!
L’arrivo di un’aquila da soccorso apposta per l’esanime Thorin mi rammenta sia Spazio 1999 (Alan, qui Koening, abbiamo recuperato Thorin, partiamo!) sia la cavalcata delle valchirie (*9*). Mentre le aquile, tratti in salvo i nostri, si allontanano, Gandalf, doppiato da un ottimo Proietti, avrebbe potuto esclamare: «Azog, io anderò a Erebor, ma tu devi andà a fanc…!». Ma il buon PJ temo non abbia visto Febbre da Cavallo… Le aquile depositano i nostri sulla Carroccia e, per uno strano caso, Smaug a Erebor si desta dopo un sonno di 60 anni. Che sfiga, ‘sti Nani!!!

Note:

*1* – Ma non ho fatto caso se la renna avesse il naso rosso.
*2* – che El-ahrairah ti perdoni, PJ – perché io non lo farò! (si, eccheggio volutamente Vincenzo Beretta nella sua splendida recensione de Le due torri)
*3* – Re? Re! Vuolsi così colà dove si puote / ciò che si vuole, e più non dimandare (Dante)
*4* – Ma non era morto a Moria, chiederete voi? Ecchemmifrega, sembra rispondere PJ. Io ce lo metto e je metto pure l’arto artificiale. Tiè!
*5* – Perché è pallido? Razzismo? “Orco pallido parlare con lingua biforcuta, augh!”. Non lo so. E non è rilevante, sembra. Certo che minorato e bianco in un popolo di neri – più ghettizzato di così!
*6* – Arto che ho prontamente battezzato protesi del c…o (ma non in senso letterale) [Pat Pending] – detta protesi mi ricorda molto un cucchiaio di plastica per girar l’insalata (di quelli con i rebbi), solo pantografato in scala maggiore e costruito in titanio. Una cosa orrenda.
*7* – Era più credibile la prima? Son d’accordo con voi, ma questo è PJ. In più speravo almeno apparisse la bella Perla di Labuan, ma son
rimansto deluso
*8* – In effetti, Gandalf, lanciando le sue pigne ‘nfocate, poteva ben esclamare: “Mi piace l’odore del napalm la mattina”.
*9* – napalm e Wagner: un connubio ormai indissolubile 😉

Giudizio sintetico

Se avesse tagliato una mezz’ora, sarebbe stato probabilmente meglio.
Lo stesso se avesse lasciato Bilbo ‘imbranato’ e Thorin più Nano e meno Sandokan
Pavento l’inevitabile extended edition, ancora più lunga
Voto: 7-

– VAI ALLA RECENSIONE POSITIVA DELL’ARST.

Altre recensioni, sostanzialmente positive, potete leggerle qui:
Il film di Peter Jackson, secondo Franco Manni
Il film di Jackson, secondo Tom Shippey

.


 


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

25 Comments to “Il film di Peter Jackson? L’ArsT: quanto è brutto!”

  1. Norbert ha detto:

    Ovviamente per “cucchiaio da insalata” intendo uno con i rebbi
    Tipo quello in una delle foto che trovate qui
    http://www.pagineprezzi.it/accessori_per_macchine_del_caffe.htm

  2. Bob ha detto:

    Certo, dopo una stroncatura così forte non mi aspettavo addirittura un 7-!!!
    Probabilmente, anche a te il film è un po’ piaciuto e non lo vuoi ammettere…
    😛

    • Norbert ha detto:

      Come dovrebbe essere chiaro, nella mia recensione ho lasciato spazio solo alle critiche, andando di volata sulle (poche) cose belle.

      Molte altre cose avrei preferito PJ facesse (dal rispettare i colori di barba e cappucci di ogni Nano), ma non mi stracccerò le vesti perché non l’ha fatto.

      A mettere in pericolo l’integrità dei miei indumenti bastano Bilbo eroico, Thorin “aragonizzato”, Radagast stravolto per dire solo le prime che mi vengono in mente

  3. Mauro ha detto:

    Recensione di un “integralista talebano”.
    Può darsi che P.J. abbia esagerato in alcuni aspetti, ma tu ci hai messo il carico ad enfatizzare all’inverosimile i difetti.

    Non potrebbe essere che…la verità sia nel mezzo, come al solito?

    Mi sa che la maglietta “P.J. non è il mio regista” è già pronta sotto l’albero di Natale 😉

    P.S.: ovviamente sai che scherzo e che è giusto che ognuno abbia le proprie opinioni 😉

    • Norbert ha detto:

      Lo so Mauro.
      Ma come ho scritto in cima “Se cercate una recensione ragionata, serena e obiettiva del film di PJ avete sbagliato posto. Qui mi tolgo tutti i sassolini che mi ha messo nella scarpa il film”
      Come è evidente, ho speso solo pochissimi accenni sulle cose che mi son andate bene (le scene con Gollum, gli attori).
      E NON ho citato molte cose minori (esempio: il pranzo vegetariano degli Elfi. Perché mai gli Elfi dovrebbero essere vegetariani? Nelle opere di Tolkien sembra il contrario: Mablung era il capocaccia di Thingol; e nel libro lo Hobbit c’è una caccia in corso mentre i Nani incontrano il cervo bianco)

      • Mauro ha detto:

        Mablung era il capo delle guardie di Thingol ed è vero che si dilettava nella caccia. Ma stiamo parlando della 1°Era, quando il mondo era ancora giovane. Dopo oltre 6500 anni, in cui gli elfi erano ormai alla fine del loro percorso su Arda, si stavano trasformando più in esseri eterei, anche se renderli vegetariani potrebbe essere una forzatura.
        Eterei, ma ancora combattivi, a quanto pare.
        Ecco (ovviamente è un sogno, ma spero che un giorno si trasformi in relatà…); quanto sarebbe bello vedere come erano gli elfi quando il mondo era ancora giovane…
        (aspetta che mi nascondo dagli strali che stanno per partire…) 😉

        • Norbert ha detto:

          Mauro, Mablung, nell’indice dei nomi dei Racconti Incompiuti. è detto ‘the Hunter’ (il cacciatore).
          Ricordavo un “capocaccia di Thingol” che una rapida ricerca non mi ha fatto ritrovare. Forse ricordavo male.

          Che gli Elfi *possano* essere diventati vegetariani è *possibile*. Ma il fatto che cacciassero durante lo Hobbit me lo rende improbabile – almeno per i Silvani.
          per cui me ne sarei astenuto – un siparietto in cui i nani fanno una figuraccia in meno

  4. Elia ha detto:

    Hai dimenticato l’immagine del Negromante che sembra Slender….
    Il tuo commento è molto veritiero. Vorrei che lo leggesse il capo (PJ),
    però come votazione finale io gli aggiungerei qualcosina per l’HFR 3D, che ho apprezzato, ed alcune sceneggiature veramente belle.

    • Norbert ha detto:

      L’ho visto solo in 2d, Elia. pertanto sul 3d non posso dire nulla.

      Avendo rivisto recentemente ‘Alien’ rimango dell’iddea che un bel inseguimento in un clautrofobico dedalo di gallerie sarebbe stato perfetto, come “fuga dai goblin”.

  5. Dalloshh ha detto:

    Bhe, tra le poche cose belle che ti hanno colpito non dirmi che non c’è la Colonna Sonora con la Canzone su Erebor.

  6. Bob ha detto:

    Rimango dell’idea che un voto così alto stona parecchio con la stroncatura, che si dilunga parecchio sui punti deboli…
    Il voto giusto per un articolo del genere sarebbe dal 3 in giù.
    Con il tuo 7- hai vanificato tutte le tue frecciate!
    😛

  7. SilmaKemi ha detto:

    Recensione azzeccatissima! Mi hai fatto piegare in due dalle risate!
    Mi aspettavo un 5, toh un 5 e 1/2 al massimo, non un 7-, ma forse il punteggio sale per le uniche cose belle del film: l’ambientazione e gli attori. Il resto è una tristezza infinita. Ma ho già commentato ampiamente su facebook per cui mi limito a quotare in pieno la tua recensione!

    • Norbert ha detto:

      Beh, a parte che i nani sono cafoni, la parte a casa Baggins a me è piaciuta molto; come anche la parte con Gollum.

      E’ il resto che poteva essere migliore

  8. Norbert ha detto:

    E mi son completamente scordato di parlare della tomba del Re Stregone.
    Mah!

  9. FRANCE ha detto:

    Ho aspettato tanto l’uscita di questo film, per poi vederlo e rimanere davvero delusa. Questa una delle pochissime critiche sensate (a tratti pure divertente) che sono riuscita trovare. … e sono contenta che ci sia qualcun’altro che seppur ben predisposto nn l’abbia apprezzato.

    • Norbert ha detto:

      Grazie, France. Ma nemmeno io che ne sono autore la definirei “sensata”

      M’è uscita di getto il giorno dopo aver visto il film e, messo un avviso all’inizio che non era tanto una recensione quanto uno sfogo, l’ho postata.

      Che ti sia piaciuta mi fa piacere. Che ti abbia fatto divertire lo spero: strappare qualche sorriso era l’obiettivo principale. Oltre che sfogarmi.

      Il mio modello (inarrivabile) è la recensione di Vincenzo Beretta che ho linkato nella nota 2

      Buon anno a te e a tutti

  10. Chiaroo ha detto:

    Una recensione che mi sento di sposare al 95%, compreso il voto finale: incredibile, ho ritrovato tutto quello che ho pensato io all’uscita dal cinema! Ovvero, mi sono sentita turlupinata dall’uso smodato di effetti speciali 3d, dal manierismo jacksoniano che replicava continuamente scene da videogame, dagli stereotipi (e qui ringrazio davvero l’autore, perché per ognuno di essi ha citato fonti e film affini) e dalla sceneggiatura troppo retorica. E i nani non-nani, quelli proprio non so perdonarglieli ç_ç
    Punti a favore, che valgono l’intero film:
    1) Martin Freeman, che ho apprezzato tantissimo (lo amavo già come attore) e che è riuscito, secondo me, a farsi calzare benissimo i piedoni pelosi (tralasciamo le forzature da copione che non sono colpa sua, eroismo finale in testa);
    2) scenografie e fotografia (la Nuova Zelanda è ormai la Terra di Mezzo);
    3) la scena tra Bilbo e Gollum, che non mi ha fatto rimpiangere i soldi del biglietto, mi ha tenuto in tensione tutto il tempo e ha avuto un ritmo perfetto. Penso sia la scena più importante di tutti i film (precedenti, presenti e futuri), ed è stata fatta come si deve. Proprio per questo, non perdono a PJ tutte le truzzate nel mezzo;
    4) piacevole l’idea dei cammei e degli inserti dal resto della mitologia tolkieniana, se non fossero a tratti troppo rapidi, a tratti troppo diluiti.

  11. Lo ha detto:

    Sei stato sin troppo buono, questo film è uno scempio della storia originale (Bilbo cinico guerriero dal principio è un insulto che vale da solo una stroncatura).

    Ma è anche un film non facile da digerire, molto fumo e poco arrosto.

    Azog? Sembra un Na’avi, li ho fatto pure la caricatura https://plus.google.com/u/0/115991758769870883190/posts/TdTPUX1eApx
    e soprattutto è ingiustificabile nel suo ruolo, che quindi si sovrapporrà a Bolg.

    I nani truccati e acconciati a quella maniera sono ridicoli. Thorin strilla anche quando è faccia a faccia coi suoi compagni. La scena dei giganti di pietra degna di un cartone animato di serie B. Ragadast che sfreccia con una slittarella di legno in mezzo alla selva impenetrabile completamente ridicolo.

    Insomma il tuo 7 mi sembra davvero troppo generoso.

    • Norbert ha detto:

      7-, prego
      🙂

      Come ho scritto in altri commenti, scenografia, attori (ma non i personaggi!), musiche, casa Baggins e Gollum hanno alzato la media: do un 10 alle cose che mi son piaciute, un 4 e mezzo al resto: e la media del 7- PJ se l’è guadagnata.

      Secondo me, naturalmente.
      Sei di diverso avviso, e va bene così

  12. redazione ha detto:

    Si rammenta agli utenti che i messaggi privi di sostanza e i messaggi
    maleducati, come uno inviato a commento di questo articolo, vengono cestinati.

  13. Maria Teresa ha detto:

    Che tristezza!
    Rivedo da anni la splendida trilogia de “Il Signore degli Anelli” e sono rimasta molto delusa sia dal primo che dal secondo film dello Hobbit che aspettavo (visti i precedenti) con molta ansia nella speranza che la lunga attesa venisse poi ampiamente ripagata dal contenuto.
    Ho avuto l’impressione di essere entrata nel mondo dei videogiochi.
    Peccato… davvero peccato!
    Vedendo il secondo film mi sono addirittura addormentata al cinema e oltre ad essere appassionata di cinema mi occupo pure di montaggio; il che la dice lunga sull’effetto…
    Sinceramente ho messo un grosso punto di domanda sul terzo episodio 🙁

  14. Alex ha detto:

    A me “Lo hobbit” è piaciuto molto, certo non come la trilogia del SIgnore degli Anelli, ma mi è piaciuto molto l’impostazione che Jackson ha dato alla trilogia, facendone un prequel e collegandola così alla trilogia del Signore degli Anelli, in modo da creare un grande universo narrativo. Altrettanto ho apprezzato l’innalzamento della drammaticità, per adattarla alla trilogia del Signore degli Anelli, trasformando una favoletta per bambini in una bella storia d’azione drammatica. L’unica parte che onestamente ho trovato davvero trash è stato lo scontro inventato tra nani e Smaug a Moria, nella seconda metà del secondo film, però la presenza i Elrond, Galadriel e vedere Gandalf che affronta Sauron… scene bellissime. Da sole valgono il biglietto! E che dire della battaglia dei 5 eserciti, che nel libro scorre via in un paio di pagine, qua diventa un film intero. Nel complesso più che soddisfatto, do un bell’otto pieno!

  15. Lorenzo ha detto:

    Ho ritenuto molto noiose (e spesso anche trash) le scene di combattimento, in particolare quelle contro il drago a Erebor, o la battaglia delle cinque armate, entrambe incredibilmente diluite (basti pensare che nel libro Bilbo non assiste quasi alla battaglia delle cinque armate essendo svenuto per gran parte del tempo), e sono d’accordo con l’articolo per quanto riguarda i vari difetti del primo film, ma in compenso il tentativo (per me molto ben riuscito) di dare una caratterizzazione ai nani (cosa pressoché assente nel libro), nonché l’ottimo cast e la buona trasposizione di alcune scene (non tutte descritte nel libro), così pure il tentativo di inserire almeno una parte delle canzoni e delle poesie onnipresenti nei libri di Tolkien, ripagano completamente il tempo speso (ben nove ore totali) a guardare i film, tant’è che aggiudicherei alla trilogia anche un otto, forse anche un otto e mezzo con gli effetti speciali (comunque decisamente meno rispetto alla trasposizione del Signore degli Anelli, che a mio parere rispetta molto di più se non la trama del libro almeno il “clima” tolkieniano) Detto questo, se avessero rispettato di più il libro avrebbero potuto benissimo fare un unico film, neanche particolarmente lungo, e in tal caso il voto avrebbe potuto benissimo essere un dieci.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Il film di Peter Jackson? L’ArsT: ci piace! « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  2. Il film di Peter Jackson? Una nuova recensione « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  3. Lo Hobbit di Jackson: la rassegna internazionale « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  4. Cosa avrebbe pensato Tolkien dei film di PJ « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  5. Ecco il trailer italiano del secondo film dello Hobbit « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  6. Ecco gli speciali della versione estesa dello Hobbit « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  7. Lo Hobbit, è febbre! Online il nuovo trailer « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  8. «I film di Peter Jackson? Io preferisco Tolkien» « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  9. E dopo Lo Hobbit 3? Ecco le idee per Jackson « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  10. Lo Hobbit 3 cambia titolo: la Battaglia dei 5 eserciti « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  11. Il Silmarillion di Tolkien secondo Peter Jackson « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  12. Lo Hobbit, i dvd estesi: scarica qui la guida « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  13. Lo Hobbit, #NotOneLastTime: il viaggio continua con i libri « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni
  14. Su Sky un canale dedicato al Signore degli Anelli « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy
  15. “La desolazione di Smaug” vista da un integralista tolkieniano. – Bagatelle tolkieniane by Mandos

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.