Ottobre, l’AIST a Romics: tra arte e lingue elfiche

Manifestazioni: RomicsDal 5 all’8 ottobre torna il Romics, festival internazionale del fumetto, dell’animazione, del cinema e dei games, giunto alla sua ventiduesima edizione. La Fiera di Roma si popolerà di disegnatori, cosplayer, ospiti d’eccezione, nonché moltissimi espositori, tra i quali non poteva mancare l’AIST. Quattro giorni da non perdere per gli amanti della fantasia, tolkieniani in prima fila.
Vi aspettiamo numerosi allo nel padiglione 5!

Elfi e Hobbit a Romics!

Casa BagginsDopo l’edizione primaverile del Romics 2017, torna il photo set dedicato alla casa di Bilbo Baggins dove sarà possibile farsi fotografare in una perfetta ambientazione nello stile della Contea.
Anche durante questa edizione autunnale sarà presente, presso lo stand dell’AIST, un laboratorio di scrittura elfica tenuto da Roberto Arduini e Sara Gianotto, i quali saranno pronti a mostrare a tutti gli appassionati tolkieniani le meraviglie delle Tengwar. Per gli amanti dell’elegante scrittura degli Elfi è in serbo un’altra sorpresa: i due studiosi AIST terranno infatti un intervento sul palco del Romics.
Non potrà mancare la Pesca dell’Anello, ormai un classico dello stand AIST a tutte le grandi fiere del fumetto: vale sempre la pena di sfidare la fortuna, nella speranza di pescare l’Unico Anello! In palio numerosi premi tolkieniani, in grado di allettare tanto i più piccoli quanto i visitatori più maturi (magliette, ma anche libri, disegni d’artista e tanto altro).
Simona Calavetta sketchingL’AIST porterà con sé anche l’arte tolkieniana: sabato 7 sarà presente Simona Calavetta, mentre domenica 8 ospiteremo Andrea Piparo. Durante questi due giorni i due artisti alterneranno sessioni di live sketching, a momenti in cui saranno a disposizione dei visitatori per realizzare disegni su richiesta, oltre a rispondere a domande inerenti la loro arte e il difficile, ma affascinante compito di rappresentare l’universo tolkieniano. Simona Calavetta, artista e socia fondatrice dell’AIST, ha illustrato numerosi volumi di narrativa e saggistica, tra cui le copertine della collana “Tolkien e dintorni” della casa editrice Marietti 1820 e i primi due volumi della collana “Le lingue della Terra di Mezzo” edita dall’AIST e Polini Editore.
Andrea Piparo, artista e socio AIST, presta la sua matita (ed i suoi pennelli) non solo al mondo tolkieniano, ma ad un ampio spettro del fantastico e a varie mitologie: di recente ha realizzato la copertina del volume Mitologika. Le leggende di Eriu, libro dedicato alle leggende irlandesi e scozzesi pubblicato nel marzo di questo stesso anno (di Ailus Editrice). Andrea Piparo è anche autore, assieme a Mauro Mazzara, dei colouring book Tolkien’s Word e Beasts of Tolkien.

Gli incontri AIST del Romics

Scrivere e i numeri in TengwarCome per la precedente edizione primaverile, l’AIST proporrà due interventi sui palchi del Romics, per approfondire ancor di più due delle tematiche tolkieniane che più incantano gli amanti della Terra di Mezzo: l’alfabeto degli Elfi e l’arte di ispirazione tolkieniana.
Il primo intervento, intitolato Scrivere in elfico: numeri e lettere, sarà incentrato sulle Tengwar, le lettere feanoriane diffuse in tutta la Terra di Mezzo. Sabato 7 ottobre alle 17.15, presso il Comics Meeting&Lab (Arena, Padiglione 9), interverranno Roberto Arduini, presidente AIST la cui ultima opera riguarda proprio la scrittura elfica (I numeri in Tengwar), e Sara Gianotto, socia e saggista AIST autrice di Scrivere in Tengwar. Durante la conferenza si parlerà di come è nato questo alfabeto, del suo utilizzo nelle opere di Tolkien e di come poterlo adattare anche alla nostra lingua. Il pubblico scoprirà anche come gli Elfi contavano e come chiamavano i numeri, e conoscerà particolari inediti dell’opera tolkieniana.
Dopo questa conferenza anche voi potrete cimentarvi nella meravigliosa arte di scrivere in Tengwar!

Lords for the Ring 2018 coverLa seconda conferenza, che si terrà domenica 8 ottobre alle 17.30 presso il Comics Meeting&Lab, si cimenta con un argomento vasto quanto Arda stessa: Illustrare la Terra di Mezzo. A tenere l’intervento saranno Sergio Lombardi, collezionista e studioso, e Alessandro Bottero: durante la conferenza si esplorerà l’immaginario tolkieniano collettivo, seguendone lo sviluppo dai calendari firmati da rinomati artisti ai fanfilm, toccando così varie forme d’arte. L’accento verrà posto sull’influenza che le trilogie di Peter Jackson hanno avuto sul modo di raffigurare il mondo tolkieniano, portando a standardizzazioni e alla creazione di canoni definiti, che non hanno però impedito il fiorire di una nuova stagione artistica, dove le ultime generazioni di artisti danno forme sempre diverse alle storie a cui siamo da lungo affezionati. Il progetto Lords for the Ring 2018, l’Art Calendar dell’AIST realizzato in collaborazione con eppela, è frutto proprio di questo interesse per l’arte tolkieniana, ancora pulsante sia tra gli artisti che tra il pubblico.

Seguite la pagina facebook dell’Associazione Italiana Studi Tolkieniani per scoprire tutti gli aggiornamenti sui nostri interventi!

ARTICOLI PRECEDENTI:
– Leggi l’articolo Lords for the Ring 2018: prendi il tuo calendario
– Leggi l’articolo L’AIST al Romics 2017, ecco il programma!
– Leggi l’articolo Romics in arrivo! Ecco il programma dell’AIST
– Leggi l’articolo C’è anche Tolkien al Romics dal 7 al 10 aprile

LINK ESTERNI:
– Vai al sito del Romics
– Vai al sito eppela
– Vai alla pagina facebook dell’Associazione Italiana Studi Tolkieniani
– Vai al blog di Simona Calavetta
– Vai al sito di Andrea Piparo
– Vai al sito Polini Editore
– Vai al sito della casa editrice Marietti 1820
– Vai al sito di Ailus Editrice

.


 


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.