Il Signore degli Anelli, quale edizione leggere?

Il Signore degli Anelli: Serie OroCon quale libro iniziare a leggere Tolkien? E soprattutto in quale edizione? Il Signore degli Anelli, Lo Hobbit, il Silmarillion, i Racconti Perduti, Racconti Incompiuti e Racconti Ritrovati, le Avventure di Tom Bombadil e tutte le altre opere di J.R.R. Tolkien ambientate nella Terra di Mezzo hanno avuto nel corso del tempo moltissime pubblicazioni e ristampe. Ma quali sono le edizioni migliori? Dopo tre edizioni e quasi 50 anni, sono decine quelle in italiano, la maggior parte ormai introvabili e a prezzi esorbitanti. Limitandoci quindi soltanto a quelli stampati dal 2000 in poi, anno in la casa editrice Bompiani ha rilevato da Rusconi i diritti di pubblicazione, ed escludendo anche le Lettere, la saggistica e le opere non ambientate nella Terra di Mezzo, ecco le edizioni che l’AisT consiglia al lettore italiano che voglia iniziare a conoscere Tolkien. Iniziamo con il capolavoro dello scrittore inglese.

Tre lustri di edizioni

Libri TolkienVisitando il sito della Rcs-Bompiani, si scopre che, se non teniamo conto dei titoli, la casa editrice ha pubblicato ben 120 libri di Tolkien. Naturalmente, sotto questo nome ci sono molte opere di saggistica, i volumi legati ai film di Peter Jackson e sopratutto moltissime ristampe. Una volta escluse queste tipologie, si comprende che la Bompiani ha pubblicato Il Signore degli Anelli 4 volte in tre volumi, 5 volte con la copertina morbida e 3 con la copertina rigida. Queste edizioni variano moltissimo tra loro e presentano alcune particolarità e difetti. Le primissime edizioni, quella tascabile in tre volumi del 2000 e quella in brossura del 2002, fanno parte dell’operazione di sostituzione di tutti i libri di Tolkien della Rusconi.
Il Signore degli Anelli: Riveduta e correttaNel 2002-2003 con il coordinamento della Società Tolkieniana Italiana, un gruppo di appassionati trascrive in formato elettronico, rivedendo e correggendo la traduzione italiana del Signore degli Anelli, facendone poi dono alla Bompiani. Nel 2003, così, Bompiani ha potuto pubblicare l’edizione riveduta e corretta del Signore degli Anelli, integrata con l’importantissima prefazione alla seconda edizione inglese e illustrata da Alan Lee. Le illustrazioni e le copertine sono quelle che Lee aveva disegnato per l’edizione inglese del centenario di Tolkien nel 1992. Nel 2004 Bompiani ha pubblicato quest’ultima edizione anche in versione economica.
In tutte le edizioni del Signore degli Anelli pubblicate da Bompiani a partire dall’ottobre 2003, però, mancano circa le 20 righe alla fine del capitolo Molti incontri (le trovate nell’immagine qui accanto). Il Signore degli Anelli: 20 righe mancantiLa questione ha avuto molte reazioni su internet, tanto che sono nate diverse pagine Facebook per chiederne il ripristino: «Questa mancanza è totalmente ingiustificata, e priva i lettori italiani di una parte, anche se piccola, di un grande libro», si legge nell’appello. Questa incresciosa situazione si è protratta per quasi dieci anni. Dal gennaio 2014, con la sesta ristampa dell’ultima edizione Bompiani del Signore degli Anelli, le 20 righe mancanti di Molti Incontri sono state re-integrate. Il Signore degli Anelli: Edizione 60 AnniversarioPer l’edizione Vintage (del 2011 in brossura) si è dovuto attendere la ristampa di ottobre, così come per l’ultima edizione esistente in tre volumi separati (del 2012 in brossura, con gli angoli smussati e copertina nera). Unica eccezione, è stata la serie dei tre libri Oro con copertina rigida bianca con sovraccoperta argento lucido, che fin dalla loro prima pubblicazione nel 2007 presentavano il testo integrale. A fine 2014, infine, l’edizione pubblicata da Bompiani per celebrare il 60° anniversario della pubblicazione dei primi due volumi del libro (1954) ha deluso molti lettori: un’edizione in brossura con sovraccoperta e alette, molto simile alle edizioni Vintage, con una fascetta che ricorda l’anniversario e il taglio esterno delle pagine a “sega”, scelta molto discutibile secondo alcuni appassionati.

Un’edizione per superarle tutte

Il Signore degli Anelli: Edizione VintageSuperato il problema delle righe mancanti, rimane ora la questione della qualità delle diverse edizioni. La versione con la copertina morbida è la più economica: la serie «Vintage» del 2011 pare abbia una rilegatura “fragile” e si squaderni dopo poco (la mappa è poi stampata su due pagine interne invece che allegata in fondo al volume). Anche l’edizione del 2014 (sempre in brossura e copertina bianca) non è esente da critiche: le pagine sono “sgualcite” sui margini, non per errore tipografico ma per una scelta dell’editore adottata per tutte le uscite con copertina flessibile. Alla fine del libro ci sono diverse pagine per la promozione dei tascabili di Tolkien e un mappa decisamente troppo piccola perché confinata in una sola pagina.
Il Signore degli Anelli: Angoli smussatiIl romanzo pubblicato in tre volumi (del 2012 in brossura) presenta lo stile con gli angoli smussati e copertina nera ed è forse l’edizione migliore. Per chi ha un occhio al portafoglio è molto diffusa la «serie oro», che ha il testo veramente integrale, un prezzo davvero contenuto, è facilmente reperibile nei mercatini dell’usato o su Ebay, ma come edizione è assai brutta e ridotta all’osso in maniera fastidiosa (la mappa della Terra di Mezzo è stampata su due pagine interne). È ottimale se si vuole risparmiare soldi oppure se si desidera una copia «da battaglia». Chi volesse, invece, all’estremo opposto una edizione in tre volumi di pregio, potrebbe scegliere la versione del 2002-2003 che presentavano la copertina rigida e bianca, rilegata con sovraccoperta, ma controllando che ci siano le 20 righe: non è chiaro se nelle ristampe di questa edizione siano state re-integrate.
Il Signore degli Anelli: Edizione LussoLa versione cartonata da preferire, quella considerata deluxe, potrebbe essere l’edizione del 2005, quella del Cinquantennale (decima ristampa di quella del 2003 riveduta e corretta), che è considerata di riferimento: rilegata presenta una sovraccoperta e un robusto cofanetto argentato, include due sottili segnalibri in tela e una mappa della Terra di Mezzo, in grande formato e allegata al termine del volume, che è anche aggiornata in alcuni toponimi (come Porti Grigi al posto di Rifugi Oscuri). Sembra però che non si trovi più in libreria, a meno di cercare nei mercatini dell’usato. Quindi, l’unica edizione di lusso reperibile rimane la ristampa di quella in copertina rigida con le illustrazioni di Alan Lee. Edizione bellissima, ma con l’unico difetto di essere stata l’ultima versione a ripristinare le famigerate 20 righe, solo con la ristampa del dicembre 2014! Cosa si può fare, allora? Sicuramente, bisogna sempre controllare il volume prima di acquistarlo e tener presente che, ad esempio, gli ebook targati Bompiani ancora non hanno il testo integrale…

La scelta finale

Riassumendo, quale edizione comprare del Signore degli Anelli?
Dipende da molti fattori, soprattutto dalle preferenze del lettore: ecco i più comuni.
Vuoi risparmiare? La migliore è questa qui, a 16 euro circa: 
Edizione «Vintage» in brossura del 2011
Vuoi l’edizione in tre volumi? La migliore è questa qui, per un totale di 32 euro circa:
Edizione «I Grandi Tascabili» in brossura, copertina nera con gli angoli smussati
Vuoi l’edizione in tre volumi di lusso? La migliore è questa qui, per 38 euro circa:
Edizione «I libri di Tolkien», rilegata con sovraccoperta, cartonata bianca
Vuoi l’edizione in volume unico con copertina morbida (brossura)?
La migliore è questa qui, per 16 euro circa: Edizione «Vintage» in brossura del 2011.
Attenzione: da non confondere con quella con copertina bianca del 2014!
Vuoi l’edizione in volume unico con copertina rigida (cartonata, rilegata e di lusso)?
La migliore è questa qui, per 42 euro circa:
Edizione riveduta e corretta, rilegata con sovraccoperta e illustrazioni di Alan Lee

Ecco il riepilogo delle edizioni Bompiani:
2014 in volume unico: collana I libri di Tolkien – brossura (60° Anniversario)
2012 in 3 volumi: I Libri di Tolkien – I Grandi Tascabili – brossura
2011 in volume unico: collana Vintage – brossura
2010 in volume unico: collana I libri di Tolkien – brossura
2007 in 3 volumi: collana Serie Oro con copertina rigida bianca con sovraccoperta argento lucido
2005 in volume unico: brossura con sovraccoperta
2005 in 3 volumi: collana Tascabili Bompiani 673, 718 e 719
2005 in volume unico: rilegato con sovraccoperta e con cofanetto – bronzea a tinta unita
2003 in volume unico: rilegato con sovraccoperta – edizione riveduta e corretta – cartonata con illustrazioni di Alan Lee
2002-2003 in 3 volumi: collana I libri di Tolkien – Rilegato con sovraccoperta – cartonato bianco
2002 in volume unico: brossura con sovraccoperta
2000 in 3 volumi: collana I Grandi Tascabili Bompiani 673 – brossura

.



Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

19 Comments to “Il Signore degli Anelli, quale edizione leggere?”

  1. Norbert ha detto:

    Per me, edizioni inglesi tutta la vita

    • Claudia ha detto:

      E pure di quelle ce ne sono un bel po’, senza contare le primissime edizioni che potrebbero essere cercate in qualche asta o negozio di antiquariato.

      E poi, edizioni inglesi o americane?

      ;-P

      • Norbert ha detto:

        Certo
        Anzi “Sure!”

        Ma quelle inglesi col tempo evolvono.
        Pensa a quella del cinquantenario (alla sua uscita l’edizione con meno errori di sempre) o quella del sessantenario

  2. Gioele ha detto:

    tutto fa brodo, pur di leggere! ;D

  3. Giuseppe ha detto:

    Vuoi l’edizione in volume unico con copertina rigida (cartonata, rilegata e di lusso)?
    La migliore è questa qui, per 42 euro circa:
    Edizione riveduta e corretta, rilegata con sovraccoperta e illustrazioni di Alan Lee

    Non ho capito se il link manda a quella completa o 20 righe mancante

    • redazione ha detto:

      Ormai le 20 righe sono state ripristinate in tutte le edizioni, a partire dal 2014. Il consiglio è sempre quello di controllare prima dell’acquisto.
      Va da sé che se l’edizione è precedente al 2014, le 20 righe mancano sempre (tranne un caso descritto sopra per la serie “oro”).
      Un saluto
      Roberto

  4. valerio ha detto:

    qualcuno mi sa dare per favore l’ isbn della versione con copertina rigida della bompiani con illustrazioni di Alan Lee nella ristampa del 2014!

    P.S. io conosco l’isbn della versione del 2003, è percaso invariato? se si come è possibile identificare dall’isbn la versione del 2014

  5. Fabio ha detto:

    Buongiorno,
    sto diventando matto e forse voi potete aiutarmi!
    Nell’edizione del signore degli anelli che ho letto io nel 1980 (e che purtroppo non ho più) mi ricordo perfettamente che durante la festa di Bilbo Merry e Pipino rubavano un fuoco di artificio di Gandalf a forma di drago e spaventavano tutti i presenti, questa scena tra l’altro è presente anche nel film. Nell’edizione Bompiani Vintage più recente invece questa scena non c’è più e dice solamente che Gandalf sparò anche un fuoco di artificio a forma di drago in onore di Bilbo.
    Qualcuno può aiutarmi a capire?
    Grazie
    Fabio

    • D ha detto:

      Ciao Fabio, ti rispondo io. Quella scena che dici tu è presente solo nel film: nel libro non esiste. Tant’è che rientra pure nelle differenze “libro / film” che puoi trovare in giro per la rete. Quindi, la cosa è molto semplice: è uno scherzo della tua memoria “razionale”. Hai visto la scena nel film e pensi di averla letta anche nell’edizione del 1980. E’ impossibile. Anche perchè la traduzione è sempre stata la stessa per tutte le edizioni esistite. La traduzione riveduta e corretta disponibile per tutte le edizioni a partire da ottobre 2003 presenta sempre lo stesso manoscritto tradotto da Vicky Alliata, solo corretto (orchi anzichè orchetti, il re stregone di Angmar anzichè il re degli stregoni di Angmar, etc), con oltre 400 errori sistemati. Ma non hanno mica omesso o cambiato gli avvenimenti e le azioni (apparte il famoso caso delle 20 righe mancanti che però sono state ripristinate). Quindi ti stai, per forza, sbagliando tu. Un saluto

    • Norbert ha detto:

      Nella mia edizione Rusconi 1986 l’unico a “lanciare” i fuochi d’artificio è Gandalf.

      Mi sa che ti sei confuso col filmaggio del regista neozelandese
      😉

  6. Francesco ha detto:

    Salve ho acquistato l’edizione della Bompiani da 42 euro,solo ora ho notato che è del 2003 quindi mancano le 20 righe? E poi quell’edizione è il volume unico..vero?

    • redazione ha detto:

      Sì Francesco, ci dispiace. Nell’articolo è scritto: controllate sempre la data di pubblicazione, soprattutto se lo comprate usato. In compenso puoi copiare l’immagine delle “famigerate” venti righe mancanti, fotocopiarla e inserirla nel libro!
      Un saluto
      Roberto

  7. Giorgio ha detto:

    Salve, ho letto sulla rivista Anteprima (non ricordo esattamente quale, sicuramente una di questi ultimi 2-3 mesi) che verranno riproposte le edizioni Bombiani da circa 40€ sia de Il Signore degli Anelli sia de il Silmarillion, qualcuno ne è a conoscenza? Perché mi interesserebbe capire se l’edizione del SdA sarà integrata con le 20 righe mancanti oppure sarà la semplice ristampa della medesima vecchia edizione (quindi senza tali 20 righe).
    Grazie mille.

    Giorgio

  8. giusi ha detto:

    Ciao che ne pensate della edizione del 2017? Sapete se è completa con le 20 righe, se Ci sono le illustrazioni di Allan lee, E se la mappa è grande e priva di errori? Chiunque abbia qualsiasi informazione potrebbe scriverle per favore? grazie mille in anticipo

    • Norbert ha detto:

      Le edizioni / ristampe successive al dicembre 2015 dovrebbero avere le 20 righe. Il resto dovrebbe essere uguale.

      Le immagini di Alan lee solo nella versione illustrata, ovviamente

      Attualmente il testo con meno errori dovrebbe essere quello del’ebook (modificato pesantemente un annetto fa)

  9. rebecca ha detto:

    qualcuno mi potrebbe fare un confronto tra l’edizione 2007 Libri oro RCS , l’edizione del 2017 Bompiani, e quella del 2011 Vintage Bompiani? le differenze tra 20 righe, estetica, prezzi,volume unico o diviso, le ho capite; vorrei sapere le strutture dei volumi, cioè se c’è differenza tra note, appendici, indici, capitoli, introduzioni, prologhi, ecc.. e se c’è differenza tra le traduzioni. Grazie in anticipo

    • redazione ha detto:

      A me risulta un’unica traduzione (Rusconi 1971?) che è stata poi modificata con l’aiuto dei soci STI (Bompiani 2003). Da questa edizione in avanti è stata aggiunta l’introduzione di Tolkien e (non so bene in quali edizioni, oltre l’illustrata) una mappa della Contea veramente molto brutta (a mio avviso). Tutto il resto (note, appendici, indici, capitoli, ecc.) dovrebbe essere rimasto invariato in tutte le edizioni.
      L’edizione in ebook lanciata da Giunti ha, infine, eliminato qualche errore ulteriore, come puoi leggere qui:
      http://www.jrrtolkien.it/2017/06/12/giunti-bompiani-la-rivoluzione-degli-ebook-su-tolkien/

      Grazie per l’attenzione
      Norbert

Trackbacks/Pingbacks

  1. Quale edizione comprare dello Hobbit? « Tutto sul mondo di J.R.R. Tolkien e dintorni – Tolkien Society of Italy
  2. Il Signore degli Anelli – mcmweatherhill

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.