Trentino Alto Adige: nasce un nuovo smial

TrentoSullo sfondo delle Dolomiti, nei territori che dall’Alto Adige si spingono fino al lago di Garda passando per le valli trentine, popoli scomparsi e luoghi dimenticati dalla memoria riemergono in tutta la loro forza, in un’atmosfera intrisa di magia e incanto.
TrentinoStoria e mitologia si mescolano per dar vita a un luogo impossibile da localizzare, dove i personaggi attendono lo squillo delle trombe d’argento che annuncerà la rinascita del regno dimenticato. È il popolo degli Elfi di Gondolin che si è destato e, strizzando l’occhio alle leggende dei Fanes e alla bellezza delle proprie montagne, è tornato a riunirsi periodicamente. È così che le opere di Tolkien divengono ancora più reali perché è di realtà che si parla e degli appassionati tolkieniani del Trentino Alto Adige e Südtirol che hanno creato finalmente il loro smial!

I gruppi di appassionati locali

Smial TrentoE così, dopo Gubbio e Pesaro, nasce una nuova realtà tolkieniana. Era da quasi 15 anni, cioè dalla fine delle attività dei Testadura di Trento (guidati dai mitici Manlio e Silvana), che non c’erano più appassionati di Tolkien che si incontravano abitualmente al pub. Si tratta dei Gondolindrim, cioè del Popolo di Gondolin. E trattandosi di un popolo, la dimensione non può che essere regionale: lo smial è infatti quello del Trentino Alto Adige Südtirol con incontri alternati tra Bolzano e Trento. A dar vita allo Smial è stata l’unione dei desideri di Sandro Summa e Maila Cappello. Un gruppo Facebook è stato creato il 22 gennaio 2019 con cinque membri fondatori: Alessandro Ceschi, Leonardo Mantovani, Gabriele Nardelli e Luca Scoz. TRD-Smial-TrentoIl 22 febbraio, poi, il gruppo di appassionati si è incontrato per la prima volta al Temple Bar in piazza Domenicani a Bolzano. In quell’occasione è stato scelto il nome e il logo dello smial. Seguendo l’alternanza, il secondo appuntamento si è tenuto a Trento. Il 25 marzo scorso presso il Bar Picaro, in via San Giovanni, più di venti appassionati di Tolkien si sono dedicate alle letture delle sue opere per celebrare il Tolkien Reading Day 2019, con anche l’accompagnamento musicale dell’artista Carmelo. Un bel modo di inaugurare uno smial!

Lo smial: notizie dall’interno

Smial TrentoPer entrare nell’atmosfera del gruppo il modo migliore è leggere direttamente le parole dei protagonisti del gruppo.
A Trento o a Bolzano sembra ci sia un aumento degli appassionati di Tolkien. È una passione diffusa tra giovani e studenti?
Maila Cappello: «Non mi sembra che a Bolzano ci siano molti appassionati fra i giovani…. Cioè non veramente appassionati intendo… Ci sono molte persone a cui piace, però i veri appassionati che conosco hanno superato tutti di gran lunga la trentina… A Trento la situazione mi sembra diversa. Ma può essere che sia ancora presto per fare certe affermazioni. Bisogna aspettare e magari provare a proporci anche al “pubblico” tedesco».
Luca Scoz: «Sì, da qualche anno a Trento esiste un’associazione ludica, Volkan – La Tana dei Goblin Trento (di cui faccio parte) che riunisce gli appassionati di giochi da tavolo e di ruolo, proponendo eventi pubblici. Tra di essi molti hanno anche un interesse per la Terra di Mezzo».
Come e quando avete conosciuto le opere di Tolkien?
Maila Cappello: «Del tutto casualmente mentre andavo alle medie decisi di prendere in prestito in biblioteca Il Signore degli Anelli… Non fu una scelta consapevole. In quel periodo macinavo una quantità di libri. Credo di essermi lasciata affascinare dalla copertina:si trattava della vecchia edizione Rusconi, in brossura… Ecco. E fu amore a prima vista. Lo divorai in tre giorni!».
Sandro Summa: «Woooww questa è durissima. Nel senso che posso dirti di aver letto Lo Hobbit, ma mi sembra sempre aver fatto parte della mia vita che non ricordo assolutamente se ero alle elementari o alle medie».
Come è nata l’idea di creare lo smial?
Smial TrentoMaila Cappello: «L’idea dello smial è nata leggendo i vostri interventi sulle pagine FB e dal desiderio di condividere la mia passione con qualcuno “faccia a faccia” e per imparare qualcosa di nuovo!».
Sandro Summa: «L’idea è tutta di Maila, da frequentatrice del gruppo facebook patrocinato dall’AIST; ne abbiamo parlato e ci siamo “lanciati”. Creazione del gruppo su FB e poi primo test che è andato oltre le aspettative».
Come è stato scelto il nome dello smial?
Sandro Summa: «Avevamo diversi candidati. Tutti che in qualche modo richiamassero il nostro territorio. Poi abbiamo visto che Gondolin calzava a pennello; la sua posizione geografica nella terra di mezzo, l’etimologia del nome (città nascosta), l’orografia della città stessa. Così abbiamo deciso di chiamarci Gondolindrim, ovvero gli abitanti di Gondolin per il forte richiamo che ha il territorio Trentino-altoatesino con la valle di Tumladen, dove si situa la città elfica».
Qual è secondo te il motivo per cui Tolkien viene letto ancora oggi?
Smial TrentoMaila Cappello: «Credo che Tolkien come tanti (diciamo tutti) grandi scrittori abbia saputo e sappia suscitare emozioni profonde e trattare temi importanti con leggerezza e delicatezza. Credo che abbia saputo parlare… (lo dico con una frase fatta) ai cuori dei lettori, come fanno, in realtà, le grandi fiabe. Credo anche che la nostra società e i nostri giovani lo leggano ancora, perché si ha bisogno della bellezza! E nei testi di Tolkien la bellezza trasuda da ogni pagina. Le sue lunghe descrizioni hanno qualcosa di lirico e sono un inno alla natura (emerge lo spirito d’osservazione di un naturalista e di un geografo)! Nei suoi personaggi si possono riconoscere tutte le sfumature e i caratteri degli esseri umani e per questo, in qualche modo, è possibile ritrovare se stessi, o i propri atteggiamenti. E la componente magica credo sia la dimensione irrazionale e mitica di cui ciascuno di noi ha bisogno, una luce nel buio…»

Scarica l’elenco di tutti i gruppi tolkieniani italiani.
Scarica la lista di suggerimenti.

LINK ESTERNI
– Vai al sito del Alkimia – Festival del gioco d società
– Vai alla Pagina Facebook delle Guardie della Cittadella

ARTICOLI PRECEDENTI:
– Leggi l’articolo «Piacere Sopracolle»: ecco lo smial di Bologna
– Leggi l’articolo Tolkien torna a Firenze: gli incontri primaverili
– Leggi l’articolo Cresce lo smial di Firenze: il programma
– Leggi l’articolo A Firenze il gruppo di lettura su Tolkien
– Leggi l’articolo Tolkien conquista la Toscana e le Marche
– Leggi l’articolo Tolkien a Verona, un ricordo del convegno
– Vai all’Lo smial Il Decumano Nord a Formello

.


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla nostra Newsletter

Commenti più recenti

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest'opera di http:www.jrrtolkien.it è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.