Il Salone di Torino in virtuale parla di Tolkien

Stand Bompiani al Salone del LibroDa 32 anni il Salone Internazionale del Libro di Torino è un appuntamento fisso a maggio, una delle più importanti manifestazioni editoriali del nostro continente. Quest’anno è stato rinviato in autunno a causa dell’emergenza Covid-19. Ma, anche se l’edizione nella sua forma abituale non si potrà svolgere, il Salone di Torino sarà comunque presente in forma digitale da giovedì 14 a domenica 17 maggio. Sul sito del Salone, infatti, sarà possibile seguire un ricco programma di eventi in live streaming e interagire con gli ospiti nazionali e internazionali che hanno risposto all’invito degli organizzatori. E nel giorno clou, sabato, si parlerà anche dell’autore de Il Signore degli Anelli, J.R.R. Tolkien.

Un programma in due settimane

Nicola Lagioia«Il Salone di Torino è stato rinviato in autunno per via del coronavirus. Per la prima volta, dopo 32 anni, non ci sarebbe stato a maggio il Salone del libro», racconta il direttore Nicola Lagioia. «Dopo aver salvato la manifestazione quattro anni fa e aver subito lo scorso anno il fallimento della Fondazione del Libro che lo organizzava, pensavamo di averne viste di tutti i colori. Poi è arrivato il virus!», continua Lagioia. «Ci eravamo rassegnati… eppure più ci avvicinavamo al 14 maggio più ci intristivamo. Perché non proviamo a fare qualcosa di simbolico, ha proposto del nostro gruppo. Stavo leggendo Anatomia di un istante di Javier Cercas e guardando la serie tv La Casa di Carta e cresceva in me la rabbia. La proposta di fare qualcosa di simbolico è stata accolta da tutti noi con entusiasmo. Abbiamo pensato ad Alessandro Barbero e da lì è nato tutto».
Sarà una vera maratona. Non di corpi, ma di idee e di parole, di bellezza e di coraggio. «Ci daremo ancora una volta appuntamento intorno al focolare del Salone. Nel nome della solidarietà, della condivisione, dell’amicizia. Se faremo scattare in noi quell’antica scintilla, ne sapremo molto di più, e allora sapremo anche di avere un futuro», conclude Lagioia.
Alessandro Barbero in diretta dalla Mole Antonelliana sarà solo l’inizio, poi autori e autrici da (quasi) tutto il mondo si passeranno il testimone per una quattro giorni di cultura, tutta in diretta sul sito del Salone. Non sarà infatti un’edizione straordinaria soltanto per i modi, ma anche per i contenuti: ci muoveremo tra le teorie cyborg di Donna Haraway e le parole taglienti di Annie Ernaux, proveremo a capire qualcosa di questa pandemia con David Quammen e rifletteremo con Amitav Ghosh sugli effetti delle nostre società sugli ecosistemi globali, ma ancora, parleremo tanti linguaggi diversi: quello della musica, con Fabrizio Bosso, gli Eugenio in Via Di Gioia e i Perturbazione, quello del cinema, con Francesco Lettieri, quello del teatro con la coppia Rezza/Mastrella e Arturo Brachetti, quello della poesia con Ocean Vuong e Mariangela Gualtieri, quello del fumetto con ZeroCalcare. E poi un mare di libri: quelli di Francesco Piccolo, Javier Cercas, Salman Rushdie, di Maurizio de Giovanni e di tantissimi altri. E questo non è che un assaggio.
Manifesto Salone Torino 2020Da giovedì 14 a domenica 17 maggio sul sito del Salone sarà possibile seguire il ricco programma di eventi in live streaming. I canali social del Salone (Facebook, Instagram, Twitter) racconteranno in diretta tutti gli appuntamenti. Nella giornata di venerdì 15 maggio diversi incontri saranno trasmessi in diretta su Rai Radio3 (“Tutta la città ne parla”, “Radio3Mondo”, “Radio3Scienza”, “Fahrenheit”, “Hollywood Party”, “Radio3Suite”). Oltre che con Radio3, Rai sarà presente, anche in questa edizione straordinaria, come Main Media partner per dare il proprio contributo all’editoria italiana, raccontando il Salone del Libro di Torino. In particolare, oltre all’impegno di Radio3, anche le altre direzioni, le reti e le testate radiotelevisive – da Rai Ragazzi a Rai Libri, da Rai1 a Rai Cultura, da RaiNews24 alla Tgr – racconteranno al grande pubblico gli eventi della rassegna torinese, con un ampio spazio anche sui canali social Rai. «Perché non c’è virus che possa fermare la cultura, e tantomeno un futuro che è già qui tra noi», ha scritto Maurizio Crosetti.

La nuova traduzione di Tolkien

Fatica: Le Due TorriLa manifestazione virtuale durerà quattro giorni, partendo da giovedì con l’anteprima di Barbero, appunto, per poi avere tre giorni intensi di interventi. Il secondo giorno di maratona, sabato 16 maggio, si aprirà proprio con Il Signore degli Anelli. Dopo cinquant’anni, a novembre Bompiani ha iniziato la pubblicazione della nuova traduzione del capolavoro di J.R.R. Tolkien, in questi giorni le librerie stanno ricevendo il secondo volume, Le Due Torri. Se ne è occupato Ottavio Fatica, un peso massimo della traduzione italiana che all’interno di l’AutoreInvisibile, la sezione dedicata al mestiere del traduttore diretta da Ilide Carmignani, dialogherà con Roberto Arduini, presidente dell’Associazione Italiana Studi Tolkieniani, e Loredana Lipperini per raccontarci il suo viaggio insieme a Frodo nelle parole di Tolkien. L’appuntamento è intorno alle 10.00 di sabato 16 maggio. Non mancate!

LEGGI L’ANTEPRIMA DE «LE DUE TORRI»

 

ARTICOLI PRECEDENTI:

– Leggi l’articolo Dal 29 aprile Le Due Torri: leggi l’anteprima!
– Leggi l’articolo Modena, Fatica: «Tolkien? Uno scrittore coerente»
– Leggi l’articolo Università, Ottavio Fatica a Parma e Piacenza
– Leggi l’articolo Aragorn il Forestale, uno studio filologico
– Leggi l’articolo Come ascoltare il suono delle poesie in Tolkien
– Leggi l’articolo Fatica: «Tolkien come Kipling e Shakespeare»
– Leggi l’articolo La versione di Fatica: contributo per una messa a fuoco
– Leggi l’articolo Ancora uno sforzo se volete essere tolkieniani
– Leggi l’articolo Esce oggi la nuova traduzione della Compagnia dell’Anello
– Leggi l’articolo Bompiani: le novità tolkieniane ottobre 2019
– Leggi l’articolo La traduzione della Compagnia a ottobre
– Leggi l’articolo Ritradurre Il Signore degli Anelli: l’intervista

LINK ESTERNI:
– L’editore Bompiani: «Nessuna lettura ideologica di J.R.R. Tolkien»
– L’editore Bompiani spiega la scelta delle nuove copertine

.

 


Share This Post

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

Leave a Reply

 characters available

Iscriviti alla Newsletter

Pagine

Disclaimer

I contenuti di questo sito non hanno carattere periodico, non rappresentano prodotto editoriale (ex L.62/2001).

Licenza Creative Commons

Quest’opera di http:www.jrrtolkien.itè distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili nella pagina dei contatti.
Utilizziamo WP e una rielaborazione del tema LightFolio di Dynamicwp.